Terremoto due scosse di magnitudo 3.5 in provincia di Macerata: paura tra la popolazione

Le scosse hanno avuto una magnitudo rispettivamente di 3.5 e 3.2: nessun danno agli edifici.

Continua a tremare la terra in Italia e nello specifico purtroppo nel Centro Italia, dove nella giornata di ieri sono proseguiti gli eventi sismici. Sono due le scosse di terremoto registrate dall’Ingv, tutte e due di magnitudo uguale o superiore a 3 della scala Richter; le due scosse, rispettivamente di magnitudo 3.5 e 3.2 della scala Richter sono state registrate dall’Ingv nel pomeriggio della giornata di ieri, nella zona del cratere del terremoto in Italia centrale e sono state avvertite per lo più nelle zone del Maceratese e dell’Aquila.

Dunque, a quasi sette mesi dal terremoto che ha distrutto Amatrice e Arquata del Tronto, e dopo le violentissime scosse del 26 e del 30 ottobre scorsi, la terra è tornata a tremare nella giornata di ieri con un’intensità maggiore del solito. I sismografi hanno registrato una scossa di magnitudo 3.5 della scala Richter avvertita da parte della popolazione nelle province di Macerata, Perugia ed Ascoli Piceno, alle ore 13.15; la scossa non sembra abbia provocato nessun tipo di danno a cose e persone, che ormai purtroppo convivono da mesi con questi “lievi” eventi sismici.

La terra è continuata a tremar dopo qualche ora, e nello specifico intorno alle ore 18.15 ora italiana a Coppito in provincia de L’Aquila, nella stessa zona in cui il 18 gennaio scorso si registrarono ben quattro scosse di terremoto, ed anche in questo caso la scossa ha avuto un magnitudo di 3.2; la scossa non ha provocato nessun danno a cose e persone, nonostante sia stata avvertita dalla popolazione residente nelle vicinanze dell’epicentro. La terra ha anche tremato nella notte tra lunedì e martedì intorno alle ore 04.56 sisma di magnitudo 2.5 in provincia di Rieti con epicentro localizzato ad Amatrice ed un ipocentro registrato a 12 km; altra scossa è stata registrata nella mattinata di ieri intorno alle ore 10.45 nel distretto del Mar Ionio Meridionale con ipocentro a 12 km. Nella notte, invece, un importante terremoto è stato localizzato in Grecia nel settore Sud e nello specifico la scossa pari a 3.0 di magnitudo è stata registrata alle ore 00.33 di oggi con epicentro individuato a latitudine 37.03 e longitudine 23.79, ipocentro a 100 km di profondità.

Nella serata di ieri sera, invece, ha tramato anche l’Isola Offsore di Tarapaca in Cile, dove si è registrata una scossa paria 3.1, e l’epicentro è stato individuato dal sismografo a latitudine 19.84 e longitudine 70.80 ipocentro a 4 km di profondità. Ritornando all’Italia, sempre nella serata di ieri sera è stata registrata l’ennesima scossa di terremoto in provincia di Isernia, intorno alle ore 22.27 di magnitudo 2.2. con epicentro a latitudine 41.56 e longitudine 14.04 ed ancora ipocentro a 8 km di profondità; sembra anche ad essere maggiormente interessate da questa scossa di terremoto, siano state le seguenti città ovvero Colli a Volturno, Acquafondata, Conca Casale, Macchia d’Isernia, Scapoli, Filignano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.