Terremoto Ischia, due le vittime e decine i feriti: salvato Ciro e il fratellino

Un terribile terremoto ha colpito ancora una volta il nostro paese e nello specifico l’isola di Ischia, provocando diversi crolli e la morte di 2 persone. Ancora una volta l’Italia si è svegliata tra le macerie, sorprendendosi ogni volta del suo essere in cronica emergenza per il rischio sismico.

“C’è un discorso di specificità dell’isola d’Ischia che è in area vulcanica. Quello che però ho potuto vedere oggi è che molte costruzioni sono realizzate con materiali scadenti che non corrispondono alla normativa vigente, per questo alcuni palazzi sono crollati o rimasti danneggiati”, è questo quanto dichiarato da Angelo Borrelli, il capo della Protezione Civile in conferenza stampa nella giornata di ieri a Casamicciola, uno dei comuni più colpiti dal magnitudo 3.6 che ha sorpreso l’isola nella serata di lunedì.

Perplessità da parte di Enzo Boschi, ex presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di fronte alle prime immagini della distruzione di Ischia e nello specifico su Twitter ha espresso il suo punto di vista dichiarando: “Pur senza accesso ai dati, penso sia una sottovalutazione”. Intanto nella giornata di ieri anche Ciro un bambino di 11 anni è stato finalmente estratto dalle macerie della palazzina crollata a Casamicciola, in seguito al terremoto di lunedì sera ad Ischia, mentre il fratellino Mattia era stato salvato già in mattinata. Tra i soccorritori che hanno salvato i fratellini, ci sono anche i vigili del fuoco del Team usar del Lazio e tra loro Teresa Di Francesco, l’unica donna della squadra che nel gennaio dello scorso anno è intervenuta nei soccorsi dell’hotel Rigopiano di Farindola, provincia di Pescara e soprattutto nei salvataggi dei bambini rimasti intrappolati nella sala biliardo dell’albergo.

Come abbiamo detto, il terremoto ha provocato due vittime e nello specifico si tratterebbe di una donna di 59 anni di Barano d’Ischia provincia di Napoli, ma residente ad Ischia di nome Lina Balestrieri, mamma di 6 figli e sorella di Pasquale consigliere comunale ad Ischia. Secondo quanto emerso, la donna sarebbe rimasta schiacciata dal cornicione di una chiesa che le è crollato addosso dopo aver parcheggiato l’auto e mentre stava per entrare in chiesa.

La seconda vittima invece è una donna di 75 anni Marilena Romanini, nata a Brescia ma residente a Monte San Giusto in provincia di Macerata la quale si trovava sull’isola in vacanza. Il bilancio definitivo al momento è di 2 vittime e 42 feriti, di cui solo 16 hanno richiesto ricovero. Tanti purtroppo gli sfollati circa 2000 solo a Casamicciola e altri 600 a Lacco Ameno è questo è il numero ha reso noto della giornata di ieri dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, che ha incontrato i sindaci dell’isola per fare un primo punto della situazione e pare sia stato escluso l’allestimento di tendopoli per l’accoglienza degli sfollati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.