Torino, 35enne lascia il figlio di 12 anni in auto per andare a ballare in discoteca: arrestato

0

Incredibile quanto accaduto  nella giornata di domenica a Santena in provincia di Torino dove un uomo che non voleva assolutamente rinunciare alla serata in discoteca, ha praticamente lasciato in auto il figlio dodicenne per andare a ballare.  Ebbene sì, e questo quanto accaduto nella serata di domenica in provincia di Torino dove El Mostafa Ouassiri,  35 anni e residente a Cuneo, padre di un ragazzino di 12 anni,  certo che quest’ultimo ieri mattina dovesse andare a scuola e non poteva dunque tenerlo sveglio tutta la notte,  ha ritenuto opportuno lasciarlo in auto mentre lui andava a ballare all’Aancer,  una nota discoteca di Santena.

Molto probabilmente l’uomo pensava che nessuno si accorgesse del ragazzino in auto ma purtroppo per lui qualcuno pare si sia accorto e nello specifico sono stati proprio i carabinieri di Villastellone della compagnia di Chieri a ritrovare il dodicenne all’interno dell’auto ed hanno provveduto ad arrestare il 35enne che di lavoro fa l’autotrasportatore.

“Mi raccomando non ti muovere da qui”, aveva riferito l’uomo al figlio.  “Non capisco cos’ho fatto di tanto grave.L’ho lasciato con il motore acceso in modo che non stesse al freddo. Gli ho perfino lasciato un cellulare, nel caso avesse dovuto chiamarmi. Lui il giorno dopo aveva scuola: così poteva dormire. Gli ho detto di restare in macchina perché non sapevo davvero a chi lasciarlo”, ha riferito il padre del dodicenne, che pare stesse divorziando dalla moglie, una volta fermato dai carabinieri. E’ stata una pattuglia dei carabinieri che passava di fronte al locale alle due di notte a notare una Ford Mondeo, chiusa a chiave con il motore acceso, parcheggiata in un angolo isolato del parcheggio; i militari, dunque sono scesi a controllare ed hanno visto  il ragazzino chiuso all’interno addormentato sul sedile posteriore ed è scattato l’allarme. Quando i militari hanno chiesto dove fosse il padre, il ragazzino avrebbe risposto che lo stesso si trovava dentro in discoteca, ed ancora avrebbe raccontato che lo stesso lo avrebbe lasciato in auto intorno alle ore 22.00 dicendogli di stare tranquillo e di dormire in macchina.

L’uomo una volta fermato dai militari che lo hanno rintracciato nel locale intorno alle ore 3:30 di domenica pare abbia riferito di aver comunque lasciato l’auto con il motore acceso in modo che il figlio avesse anche il riscaldamento e non sentisse freddo,  una giustificazione che non ha cambiato la situazione. L’uomo è stato arrestato  e condotto in caserma per essere sottoposto ad interrogatorio e poi posto agli arresti domiciliari. Il minore invece è stato affidato alla zia paterna. Il trentacinquenne, El Mostafa Ouassiri,  residente a Cuneo, come già anticipato adesso è agli arresti domiciliari con l’accusa di abbandono di minore.

Rispondi o Commenta