Tsimane, una popolazione della Bolivia ha il cuore più sano del mondo

0

Il popolo dal cuore più forte del mondo? Gli Tsimane, ovvero gli indigeni del Sudamerica che secondo quanto emerso da un recente studio sembra abbiano le arterie più sane del mondo. A condurre lo studio è stato un team di ricercatori del Saint Luke’s Mid America Heart Institute, guidati da Hillard Kaplan dell’University of New Mexico, i quali hanno verificato che gli abitanti di 85 villaggi Tsimane hanno il cuore più in forma di tutti gli altri con tassi di aterosclerosi coronarica 5 volte più bassi rispetto ad altri e nello specifico agli Stati Uniti. In Bolivia, dunque, ci sarebbe il cuore migliore di tutti dal punto di vista della salute, delle condizioni in cui c’è si mantiene il nostro organo più importante quello che ci permette di vivere la vita. La zona dove vivono questi indigeni si trova in America del Sud ed è una terra ricca di storia in quanto una volta conquistata, fu teatro di atroci battaglie ma nel tempo ha saputo custodire la cosa più importante ovvero la vita.

Ebbene si, la popolazione degli Tsimane composta da circa 16000 persone che vivono nelle foreste della Bolivia, sembrano essere al momento in testa nella classifica mondiale delle persone che hanno il più alto livello di salute cardiaca mai registrata fra altre popolazioni e come anticipato è questo quanto emerso dallo studio effettuato dai ricercatori sopra enunciati, pubblicato sulla rivista Lancet e presentato all’ American College of Cardiology.

Questi indigeni pare si alimentino con poca carne e poco pesce, ma con tanti prodotti che arrivano direttamente dall’agricoltura locale ovvero mais, radici di manioca e platano e riso oltre che frutta e noci; inoltre questi indigeni sono soliti spostarsi a piedi e dagli studi è emerso che camminano in media il doppio. e talvolta anche di più, di noi.

Lo stile di vita degli indigeni in questione, dunque, sembra essere piuttosto salutare visto che non fumano nemmeno, e sembra essere proprio questo stile di vita che ne ha fatto la popolazione col cuore più sano.  I ricercatori del Saint Luke’s Mid America Heart Institute hanno visitato 85 villaggi Tsimane nel periodo compreso tra il 2014 ed il 2015 studiando le condizioni di circa 16000 abitanti e nello specifico sembra abbiano controllato il cuore di circa 705 soggetti di almeno 40 anni, grazie all’aiuto della Tac; dallo studio è emerso che essendo stato preso in esame un importante indicatore prognostico per il rischio di malattia coronarica, il calcio nell’ arteria coronarica, gli studiosi hanno scoperto che a 45 anni il 25% degli americani ha segni di CAC mentre in nessun Tsimane vi era traccia e questo non ha fatto altro che sottolineare il fatto che un ottantenne di questa tribù boliviana ha un età vascolare paragonabile ad un cinquantenne americano.

Rispondi o Commenta