Tumori inventati e curati con gli ultrasuoni, nei guai una dottoressa di Tertenia

È finita nei guai una dottoressa di Sardegna Alba Veronica Puddu di 48 anni, la quale pare inventasse patologie tumorali e le curava con ultrasuoni o altre terapie miracolose, tutto questo dietro ovviamente pagamento di parcelle molto salate. E’ questo quanto venuto alla luce grazie alla trasmissione di Italia 1 Le Iene Anche se già il caso era all’attenzione dell’ ASL di Lanusei dopo alcune segnalazioni arrivate tra il 2015 e il 2016. La dottoressa pare lavorasse come guardia medica in vari paesi dell’ogliastra e tra l’altro risulta titolare di uno studio privato di medicina estetica proprio a Tertenia. “Risultano agli atti dell’allora Asl dei procedimenti avviati in seguito a segnalazioni formali sul fatto”, è questo quanto riferito dall’Asl, ovvero dalla dirigenza di Ats e Asst ogliastrina anche se come abbiamo detto, del caso era a conoscenza anche l’ordine dei medici di Nuoro Ogliastra che ha acquisito le segnalazioni e convocato il consiglio disciplinare.

Sarebbero tanti i casi segnalati e proprio in base a queste segnalazioni si è mossa la trasmissione televisiva Le Iene con un servizio montato da Silvio Schembri il quale è  arrivato in Ogliastra in con una telecamera nascosta, fingendosi un paziente e pare che si sia visto diagnosticare proprio dalla dottoressa due tumori. Dopo aver diagnosticato i due tumori, che comunque in realtà non c’erano,  la dottoressa pare gli abbia proposto anche delle cure miracolose ovvero Avrebbe proposto l’utilizzo di ultrasuoni per risolvere la patologia e anche delle cure per poter combattere il diabete, promettendo la remissione totale della malattia. Con dieci sedute di ultrasuoni, terapia del calore e iniezioni di plasma, il problema sarebbe stato risolto e non ci sarebbe stato bisogno di ricorrere alla chemioterapia, era questa la terapia della dottoressa.

La dottoressa è stato confermato che non operava soltanto nel suo studio privato, ma pare che proponesse anche queste Cure miracolose  nel suo ambulatorio di guardia medica. Molte persone che si sono affidate alla sua cura purtroppo sono morte e anche se va comunque detto che non è questa la prova di inefficacia considerando che sono tante le persone che muoiono anche dopo aver eseguito delle cure chemioterapiche.

Tra le tante testimonianze ci sono anche quelle di persone che dicono di essere effettivamente guariti dai tumori, ma nessuno di questi casi si può verificare se effettivamente è stata la cura della dottoressa a funzionare bene o se si tratta di altro. Diffusa la notizia, sono tanti oncologi preoccupati per quanto accaduto e soprattutto per il fatto che tante persone si sono affidate a queste cure alternative forse per il fatto che attualmente le terapie a disposizione non risultano essere molto efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.