Turismo spaziale, due turisti pronti al viaggio intorno alla Luna nel 2018 per una settimana: versato già l’acconto

0

Il viaggio sulla Luna è sicuramente il viaggio più atteso nella seconda metà del prossimo anno e già sembrano esserci pronti due cittadini privati i quali inizieranno l’addestramento più avanti nel corso del 2017. L’annuncio di Elon Musk, patron di SpaceX, ovvero quello di voler mandare due cittadini privati sulla Luna già nei prossimi mesi e farli tornare sulla Terra nel 2018, ha scosso un pò la comunità scientifica. “Siamo molto felici di annunciare che SpaceX è stata sollecitata da due privati a effettuare un volo attorno alla Luna alla fine del prossimo anno” ha annunciato la società fondata e guidata dal miliardario Elon Musk, che non fa il nome dei due futuri turisti lunari. “Hanno già versato un importante acconto per una missione attorno alla Luna” ha aggiunto SpaceX. 

Sono già pronti i due biglietti per l’avventuroso viaggio e secondo quanto riferito da Elon Musk i due viaggiatori, dei quali non si conosce ancora il sesso, pare abbiano già lasciato l’anticipo per il viaggio che li porterà in orbita attorno al nostro satellite per una settimana.

La notizia che come abbiamo anticipato ha scosso la comunità scientifica sembra essere stata commentata da Paolo Nespoli, ovvero un astronauta professionale classe 1957 impegnato da maggio a novembre del 2017 nella sua terza missione spaziale “Vita” che prevede una serie di esperimenti di bio-medicna a bordo della Iss, il quale ha dichiarato: “In generale penso che l’interesse verso l’esplorazione spaziale e verso la conoscenza sia necessario per l’intera umanità, e che venga fatto dal turismo o da altro è poco importante. Il turismo spaziale non sta accelerando, sta andando secondo i tempi di un normale sviluppo delle attività”. Anche l’amministrazione Trump sembra favorevole a questa missione, purchè porti lavoro alle industrie spaziali a stelle e strisce; al contrario però la Nasa sembra non aver gradito molto le manie espansioniste del visionario Musk ed ha avvertito:“Prima rispetti gli impegni?”. Lo stesso Musk sembra abbia risposto affermando: “Come gli astronauti delle missioni Apollo prima di loro, queste persone viaggeranno nello spazio portando le speranze e i sogni di tutta l’umanità”.

 Il viaggio in questione, durerà una settimana come abbiamo anticipato, e non ci sarà sbarco e coprirà 643mila chilometri; inizialmente i due passeggeri decolleranno dalla piattaforma da cui partivano gli Apollo, la 39A di Cape Canaveral e la circumnavigazione della Luna avverà  sulla sonda spaziale Dragon. I due turisti che hanno già versato l’acconto per il loro viaggio sono al momento misteriosi e soltanto dopo l’addestramento ed il superamento dei test medici verrà svelata la loro identità. Solo una decina di anni fa l’agenzia spaziale russa aveva stretto un accordo con una società privata americana per portare nello spazio per una ventina di giorni due turisti a bordo di una Soyuz per un costo di 100 milioni di euro.

Rispondi o Commenta