Ragazza ubriaca violentata e filmata con lo smartphone: arrestati due stranieri a Ravenna

Un vero orrore quanto accaduto a Ravenna dove una giovane ragazza di 19 anni è stata violentata mentre si trovava in uno stato di incoscienza e il tutto sarebbe stato filmato con un telefonino prima di essere gettata sotto la doccia fredda.  Ad approfittarsi della situazione in cui versava la diciannovenne sono stati due ragazzi i quali l’hanno violentata è ripresa con il cellulare per scambiare poi il video con gli amici. 

La polizia di Ravenna però ha prontamente arrestato  due giovani i quali sono gravemente indiziati di essere gli autori delle violenze.  Nello specifico, si tratterebbe di un 26enne romeno e un ventisettenne italiano di origini senegalesi e il primo sarebbe accusato di avere abusato sessualmente della diciannovenne incosciente e semi svenuta nella doccia mentre l’altro è accusato di aver firmato il tutto su uno smartphone incitando Tra l’altro alla violenza.  Le indagini sono partite intorno alla metà di ottobre in seguito ad una segnalazione arrivata dall’ospedale al quale si era rivolta la diciannovenne qualche giorno dopo aver subito violenza.

La ragazza pare non ricordarsi nulla di quanto accaduto ma grazie all’aiuto dei medici e degli agenti è riuscita a ricostruire pian piano quanto accaduto quella sera degli orrori e si sarebbe recata quindi in ospedale parlando dell’abuso subito.  Ricevuta la segnalazione I medici hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine  e di conseguenza sarebbe partita la denuncia. Le indagini sono state condotte Dunque dalla squadra mobile della Questura di Ravenna e coordinata dal pubblico ministero Angelo Scorza e al termine delle stesse sono stati arrestati i due giovani in esecuzione di un provvedimento richiesto direttamente dalla Procura di Ravenna.

Dalla ricostruzione effettuata dalla 19enne pare che nel corso della serata la stessa abbia bevuto 4- 5 bicchieri di vino e tre drink alcolici e per via della grande quantità di alcol Assunta si sarebbe sentita male cadendo in uno stato confusionale tanto da non ricordare più nulla di quanto accaduto.  Ad un certo punto pare che alcuni conoscenti tra cui i due arrestati l’avrebbero portata via dal locale ed un’amica della ragazza temendo che potesse essere portata a casa dei genitori in quello stato, avrebbe suggerito di portarla nell’appartamento di uno del gruppo. Proprio arrivata presso questa abitazione la ragazza ricorda di essersi sentita ancora più male e di aver vomitato sul divano e poi di avere subito una doccia fredda distesa sul pavimento della doccia.

Poi la ragazza Ricorda di essersi svegliata Dunque con dell’acqua fredda e di avere visto vagamente un ragazzo sopra di lei e soltanto il giorno seguente avrebbe scoperto di aver avuto un rapporto sessuale.  I due sono stati identificati dalle forze dell’ordine ed è stato anche sequestrato il cellulare con il quale è stato firmato il tutto.  Il video confermerebbe proprio che è avvenuta la violenza sessuale e evidenzia inequivocabilmente lo stato di inferiorità psicofisica nel quale si trovava la vittima.

Uno la stupra, l’altro filma con il suo smartphone. Vittima dell’ abuso, consumato in un appartamento del centro di Ravenna, una 19enne finita tra le grinfie di due stranieri da tempo residenti in Italia. Secondo il racconto della ragazza, i due avrebbero approfittato del suo stato di incoscienza causato dall’alcol ingerito durante la serata per usarle violenza.

Tutto si è consumato a metà ottobre, ma la denuncia è scattata alcuni giorni dopo, aprendo le porte del carcere per Petru Mihai, commerciante rumeno 26enne col pallino delle belle auto, e Salif Sow, 27enne italiano di origini senegalesi, facchino ed ex giocatore di una squadra locale di cacio. Per entrambi l’accusa è di stupro di gruppo. La 19 enne ha riferito agli inquirenti di aver trascorso la serata in un locale del centro città insieme ad alcuni amici e amiche, tra cui i due indagati.

Sul tavolo i bicchieri di vino, poi gli alcolici più forti: nel giro di poco la ragazza è caduta in uno stato confusionale, tanto da non ricordare più nulla nemmeno del proseguo della serata. Alcuni componenti del gruppo, tra cui Petru e Salif, hanno caricato la giovane ubriaca di peso, sulle spalle, per farla salire in auto, e l’hanno poi portata in un appartamento di proprietà di un altro giovane ravennate (che non avrebbe preso parte alla serata), insieme a due amiche della vittima. Una di queste ha lasciato subito l’appartamento, mentre l’altra si era appartata in un’altra stanza.

I due stranieri, rimasti soli, sempre secondo il racconto della vittima, hanno trascinato la 19enne nella doccia e, mentre era distesa sul pavimento del bagno, le hanno gettato acqua fredda, deridendola. «Ma dai! Così iaffoghi» dice l’amico di origini senegalesi che aveva già iniziato a filmare la scena col suo telefonino. «Dai, quando te la scopi?». Uno stupro testimoniato per ora solo dal video conservato sul cellulare dal 27enne. La conferma degli abusi è arrivata più tardi dall’amica rimasta con lei nell’appartamento, e che le ha raccontato di essersi spaventata tanto da non aver potuto fare nulla per fermare quello stupro. Anche le sue dichiarazioni, comunque, sono al vaglio degli inquirenti.

Che cos’è la violenza sessuale?

Capire che cos’e’ la violenza sessuale ci aiuta a rispondere.
La violenza sessuale è qualsiasi atto sessuale o un atto riferito al sesso che risulta in una persona a non sentirsi al suo agio, o intimorita o spaventata da questo. È un comportamento che una persona non ha incoraggiato, né scelto.
La violenza sessuale è il tradimento della fiducia e il negare il diritto ad una persona di stabilire cosa avviene al proprio corpo. La violenza sessuale è l’abuso dei diritti e del potere dell’individuo.
La violenza sessuale può essere commessa contro adulti e bambini, donne e uomini e persone provenienti da qualsiasi etnicita’,religione, stato economico ecc.
La violenza sessuale può anche essere definita abuso sessuale o attacco sessuale. I termini utilizzati per descrivere la violenza sessuale, ad esempio “violentare” o “abuso sessuale” hanno un significato generico utilizzato nella conversazione quotidiana e un significato specifico utilizzato per descrivere determinati reati di natura sessuale. In questo sito web impieghiamo tali termini in modo generico e forniamo solo informazioni generiche.
Se ritenete che sia stato commesso un reato di natura sessuale e desiderate presentare denuncia, potreste cercare ulteriore consulenza altrove. Potete farlo contattando il servizio per la violenza sessuale nella vostra zona [in inglese!, la polizia, il vostro medico o un avvocato privato.Contattando qualcuno quanto prima potrebbe favorire la situazione e questi servizi possono fornirvi informazioni sui diritti e sulle opzioni disponibili.
La violenza sessuale assume molte forme
Comprendere che cos’è la violenza sessuale ci aiuta a reagire quando un amico, un famigliare o un cliente rivela di avere subito tale violenza. La lista seguente fornisce alcuni esempi di violenza sessuale:
• Molestia sessuale.
• Palpeggiamenti o baci non desiderati.
• Attività sessuali o attività a sfondo sessuale forzate o costrette, incluse attività che includono violenza o dolore.
• Esposizione di genitali, ad esempio ‘esibizionismo’.
• Stalking o una continua ossessione di un individuo
• Essere osservati da qualcuno senza la propria autorizzazione quando si è nudi o impegnati in attività sessuali.
• Pubblicazioni di immagini sessuali su Internet senza autorizzazione
• Essere forzati o costretti da qualcuno a guardare o a partecipare in attività pornografiche.
• Alterazione di bevande o utilizzo di droghe e alcool per ridurre o interferire con la capacità di una persona di compiere delle scelte relative al sesso o all’attività sessuale.
• Avere rapporti sessuali con qualcuno che sta dormendo o è gravemente sotto l’effetto dell’alcool e/o di altre sostanze stupefacenti.
• Giochi particolari e storie volgari o allusive, o mostrare immagini a fondo sessuale che costituiscono un comportamento ripetuto costrittivo, intimidatorio o profittatore.
• La violenza sessuale (penetrazione da parte di qualsiasi oggetto).

L’adescamento” di minori o persone vulnerabili per coinvolgerle in attività sessuali di qualsiasi tipo.
• Qualsiasi atto sessuale con un minore.
La violenza sessuale non è espressione sessuale. La violenza sessuale è un comportamento o un’azione sessuale non desiderata che utilizza l’intimidazione, la costrizione o la forza, per esercitare autorità o negare i diritti di scelta aN’individuo. La violenza e l’abuso sessuale possono essere eventi singoli o parte di un comportamento ripetuto di violenza. Comportano una gamma di conseguenze fisiche, emotive e psicologiche.
Fatti sulla violenza sessuale
Alcune cose importanti da riconoscere sulla violenza sessuale:
• La maggior parte degli atti di violenza sessuale sono commessi da uomini contro donne e bambini.
• Anche gli uomini subiscono violenza sessuale, in predominanza ad opera di altri uomini.
• La maggior parte delle persone che subisce una violenza sessuale conosce o ha conosciuto
di recente il perpetratore della violenza.
• Alcuni atti di violenza sessuale sono anche reati.
• La denuncia alla polizia può essere una decisione difficile. I limiti del nostro sistema giudiziario e il modo in cui vengono raccolte le prove possono essere difficili da affrontare.
• Le persone che hanno subito violenza sessuale rispondono in molti modi diversi, talvolta con emozioni molto forti, altre volte ritirandosi in se stessi. Capire il trauma causato dalla violenza ci aiuta a reagire in modo adeguato.
• La violenza sessuale è un abuso degli squilibri di potere esistenti nella società.
• La maggior parte di casi di violenza sessuale non viene denunciata alla polizia.
Gli effetti della violenza sessuale
La violenza interpersonale, come la violenza sessuale, è uno degli eventi più traumatici che possa essere vissuto da una persona. Rispondere alle esigenze immediate di vittime/sopravvissuti e dar loro credito/fiducia, e non minimizzando il tutto aiuta a ridurre ulteriori danni. Dare continuo sostegno alle persone durante il recupero è importante,come lo e’ il modo e il dovuto tempo richiesto da loro per farlo .
Se desiderate maggiori informazioni su come supportare una vittima/un sopravvissuto, leggete la pagina ‘Come assist

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.