Usa, auto contro corteo antirazzista: un morto e 19 feriti in Virginia

Un manifestante è morto e 19, invece sono rimasti feriti a Charlottesville, nello Stato della Virginia dopo che un auto si è schiantata contro il corteo antirazzista formatosi per contrastare una protetta dei suprematisti bianchi. La tragedia è arrivata dopo una notte di scontri e cariche della polizia, le quali sono state rese necessarie dal fronteggiarsi dei due gruppi di manifestanti. Da quanto accaduto, il governatore ha proclamato lo stato di emergenza nelle città e messo in preallarme la guardia nazionale.

Una vita è andata persa. Chiedo a tutti di andare a casa”,e questo quanto dichiarato da Michael Signer, sindaco di Charlottesville. Due auto di colore grigio sembra abbia travolto 5 persone che manifestavano pacificamente vicino al luogo dove la polizia ha ordinato lo sgombero del raduno di una manifestazione di suprematisti bianchi; purtroppo il bilancio è molto grave, si parla di un morto e 19 feriti e questo quanto reso noto dal portavoce del centro medico dell’Università della Virginia citata dai media locali.

Sembra che il conducente di una delle auto sia stato fermato dalla polizia; secondo le ricostruzioni preliminari, le testimonianze, le immagini filmate da molti dei presenti il gesto del conducente dell’auto sarebbe stato del tutto intenzionale. L’episodio è avvenuto dopo che la polizia aveva disperso la tenuta manifestazione dell’estrema destra contro la rimozione della statua del generale confederato Rober Lee, ovvero uno dei protagonisti della guerra di secessione americana. Come già ha detto, il governatore aveva proclamato lo stato di emergenza per poter mobilitare la guardia nazionale e la polizia nella giornata di ieri aveva programmato l’allerta per l’assembramento illegale sgomberato l’emancipation Falck dove sono venuti proprio riscontri.

Anche il Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump ha condannato i disordini così come fatto dalla moglie Melania nelle scorse ore. “Non c’è posto per questo tipo di violenza in America”, ha twittato il capo della Casa Bianca, chiedendo a tutti di “unirsi e condannare l’odio e la violenza” di qualsiasi parte essi siano.Vari esponenti democratici, tra i quali Hillary Clinton ha criticato la presa di posizione del Presidente e su Twitter la stessa ha scritto:”Vanno condannati anche i suprematisti bianchi. E’ il momento per i nostri leader di essere forti sia nelle parole usate sia nelle azioni”.Lo speaker della Camera, il repubblicano Paul Ryan, ha definito lo “spettacolo di Charlottesville ripugnante”. Dalla Casa Bianca la prima a commentare è stata la first lady, Melania Trump, condannando la violenza che “non porta nulla di buono”.

La situazione resta molto tesa in Virginia e così come accaduto nella notte tra venerdì e sabato, anche nella giornata di ieri la polizia in assetto antisommossa è intervenuta anche con il lancio di lacrimogeni e sono circa 1000 gli agenti dispiegati e il network televisivo CNN ha parlato di diversi feriti negli scontri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.