Vaccini, Codacons presenta esposto sull’esavalente: la Procura indaga

Il vaccino esavalente risulta essere sotto inchiesta e nonostante non ci sia nessuna ipotesi di reato, la Procura di Torino vuole capire se questo sia dannoso per la salute. E’ questo quanto emerso, dopo l’esposto presentato dal Codacons al pm Vincenzo Pacileo, al quale sono stati esposti svariati elementi compresi gli esami di laboratorio condotti da Antonietta Gatti e Stefano Montanari, specialisti in nanotecnologia. Nello specifico i due specialisti avrebbero analizzato i vaccini esavalente della Glaxo, ovvero quelli che la legge rende obbligatori e il loro lavoro è stato pubblicato lo scorso mese di gennaio dall’ International Journal of Vaccines and vaccination; dallo studio è emerso che il campione esaminato di quel vaccino aveva una contaminazione da micro e nanoparticelle. Quello che il Codacons adesso chiede e se effettivamente agli elementi erano davvero presenti nei campioni di vaccino analizzati e se effettivamente ciò era stato comunicato al Ministero della Salute e all’AIFA, ma ciò che ci si chiede e se effettivamente questi vaccini siano dannosi per la salute.

Sono queste le principali domande sulla base delle quali la Procura di Torino ha affidato ai carabinieri del Nas gli accertamenti ed ha anche previsto una commissione la quale avrà il compito di fare una perizia sull’argomento. “La procura della Repubblica di Torino ha formalmente aperto una inchiesta sui Vaccini commercializzati in Italia. La decisione della magistratura fa seguito ad un esposto inviato nelle settimane scorse dal Codacons in cui si chiedeva di fare chiarezza sull’esavalente e sugli effetti della combinazione di 6 vaccinazioni per la salute umana“, è questo quanto dichiarato dal Codacons in un comunicato.

Intervenuto il presidente del Codacons Carlo Rienzi, il quale ha dichiarato che il pm di Torino Vincenzo Pacileo, ha deciso di vederci chiaro sulle esposto del Codacons e dunque aprire un’indagine, al momento in assenza di ipotesi di reato affidando accertamenti specifici ai Nas e valutando di disporre un’ apposita perizia sul caso, sottolineando anche che il loro scopo non è quello di minare la credibilità dei vaccini o di contestare l’importanza delle vaccinazioni ritenuti indispensabili, ma quello di avere la massima chiarezza sulla combinazione di più vaccini sulle conseguenze per la salute umana e sugli interessi economici che si celano dietro le esavalente.

Renzi ha anche aggiunto che la Procura dovrà chiarire tra i tanti dubbi, anche il mistero della scomparsa dell’antidifterico in Italia in quale ad oggi sembra essere reperibile soltanto combinato ad altri vaccini ed ancora dovrà far luce sul documento segreto della Glaxo pubblicato per errore in rete, che contiene l’elenco di molti effetti avversi al vaccino che non sarebbero mai stati sottoposti alle autorità sanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.