Venezia, al via la sperimentazione dei conta-persone per l’accesso dei turisti

La città di Venezia a breve sperimenterà dei sistemi conta persone per regolare l‘afflusso di turisti e nello specifico questi verranno allestiti in prossimità di aree strategiche come, il ponte di Calatrava, Il Ponte degli Scalzi, l’imboccatura di Rio tera Lista di Spagna, i tre ponti di attraversamento di Rio Novo ovvero Ponte di Santa Chiara, Ponte del Prefetto, Ponte dei Trepponti, oltre che sui punti di arrivo e partenza dei Lancioni Gran Turismo. È questa la novità presentata nella giornata di ieri dalla giunta comunale di Venezia, approvando la delibera quadro sul turismo finalizzata a migliorare o limitare l’accesso alla città.

Questo documento nei prossimi giorni verrà portato al vaglio del governo e dell’Unesco e pare possa essere modificato, individuando nuove aree di ristoro per i turisti, le quali verranno inserite in una mappa tematica ed ancora pare verrà avviata una vasta campagna di comunicazione delle giornate di maggior afflusso individuati in base ai dati del 2015 e 2016 ed infine sarà incrementato l’organico degli agenti di polizia locale.

“Un provvedimento molto atteso con cui l’Amministrazione comunale dà risposte concrete al tema della gestione dei flussi turistici”, è questo quanto dichiarato da Luigi Brugnaro, ovvero il sindaco di Venezia il quale ha aggiunto che  come richiesto anche dal Comitato del Patrimonio Mondiale UNESCO e come previsto dalle linee programmatiche di mandato 2015-2020 l’aggiunta è riuscita ad individuare una serie di azioni per regolare i flussi turistici e renderli compatibili con la vita quotidiana dei cittadini residenti oltre che a promuovere la via di una campagna internazionale di sensibilizzazione vincolata alla salvaguardia delle specificità veneziane, alla destagionalizzazione e alla valorizzazione di nuovi itinerari turistici, che coinvolgono l’intero territorio metropolitano.

Venezia, dunque, sembra essere pronta a dire stop all’invasione turistica decidendo per la prima volta di sperimentare i conta persone nei punti strategici della città, al fine di regolare l’afflusso dei vacanzieri. Anche nei giorni scorsi lo stesso ministro Dario Franceschini, pur ribadendo la contrarietà ai ticket, si era detto d’accordo sui progetti dei sindaci delle città d’arte al fine di introdurre i contatori di accesso prezzo, la Fontana di Trevi a Roma, il Ponte Vecchio a Firenze, Piazza San Marco a Venezia, i quali non possono più sostenere matte indiscriminate. A breve, dunque, saranno installati sistemi di conta-persone in prossimità di aree strategiche, come il Ponte di Calatrava, il Ponte degli Scalzi, l’imboccatura di Rio Terà Lista di Spagna, i tre ponti di attraversamento di Rio Novo (Ponte di Santa Chiara, Ponte del Prefetto, Ponte dei Tre Ponti), i punti di arrivo e partenza dei lancioni gran Turismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.