Vodafone, in arrivo nuovo operatore mobile low cost: ufficiale l’addio ai costi di roaming in Europa

Al più presto e nello specifico entro la fine dell’anno, Vodafone potrebbe presentare un nuovo operatore mobile low cost un po’ come già fatto da Tim con Kena. Al momento non vi è certezza, ma l’azienda si è limitata a confermare che sta valutando diverse opzioni e che nessuna decisione è stata presa in merito; secondo alcune indiscrezioni invece, il cantiere sarebbe già aperto da un pezzo ed i lavori sarebbero anche in fase piuttosto avanzata. Si tratterebbe di un operatore mobile virtuale chiamato MVNO, gestito da una nuova società chiamata Vei Srl, costituita alcuni mesi fa e segnalata agli altri concorrenti l’ 8 marzo scorso. Inoltre sembra che la società attualmente sia titolare di un’ autorizzazione generale per le attività full MVNO a seguito di dichiarazione di inizio attività avanzata lo scorso 30 gennaio 2017; inoltre, sembra che ci sia anche l’impegno per fornire dal 3 settembre 2017 la prestazione di portabilità del numero mobile.

Entro il 30 giugno, dunque, sarebbe previsto lo sviluppo e la configurazione dei sistemi così come i test di collaudo, l’apertura reti e connettività con altri operatori invece il 30 di agosto e dunque tutto dovrebbe essere pronto per il 3 settembre. Ma questa non è l’unica novità, nel senso che Vodafone dal prossimo 15 giugno permetterà agli utenti di poter viaggiare in Europa con tutta la libertà di poter utilizzare le proprie tariffe nazionali e dunque senza dover fare i conti con il surplus del roaming. “Potrai chiamare, inviare SMS e navigare senza alcun sovrapprezzo, nel rispetto delle condizioni di utilizzo corretto previste dall’articolo 4 del Regolamento UE 2016/2286. Se la tua offerta nazionale è a consumo, potrai utilizzarla anche nei Paesi dell’Unione Europea”, è questo quanto si legge nel comunicato diffuso da Vodafone.

Sulla base di questo comunicato, dunque, chiunque fosse in possesso di una sim vodafone potrà viaggiare in Europa pagando semplicemente i costi della propria tariffa nazionale nel rispetto dei parametri stabiliti dal regolamento europeo. Nello specifico, gli utenti potranno usufruire delle proprie tariffe anche nei paesi dell’Unione Europea quali Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Isole Ahlands, Guadalupa, Saint Martin, Guyana Francese, Martinica, Mayotte, Reunion, Azzorre, Madeira, Gibilterra, Isole Canarie, Ceuta, Melilla, Isole Fær Øer, Isola di Man.

Le tariffe resteranno, invece, valide per l’estero per quanto riguarda i paesi della Turchia, Albania, Svizzera, Principato di Monaco e San Marino.  Vodafone era rimasto l’unico operatore telefonico italiano a non essersi pronunciato sulla regolamentazione europea 2016/2286 che prevede la possibilità di utilizzare nei paesi membri dell’Unione Europea la propria offerta senza fare i conti con costi aggiuntivi; dopo Tim è arrivata proprio negli ultimi giorni la risposta ufficiale di Vodafone che sul proprio sito internet attivato una pagina dedicata al euro roaming.

Roaming gratuito anche per TIM mentre Vodafone si prepara

Roaming Vodafone Italia, dal 15 giugno è gratis! A differenza di Wind Tre e TIM, la telco rossa ha preferito non fare “sconti temporali” ai propri utenti e si adeguerà al nuovo Regolamento UE 2015/2120 a partire dal 15 giugno 2017, ossia la data in cui per forza di cosa tutte le telco europee devono garantire il roaming gratuito all’interno dell’Unione Europea ai propri clienti.

L’utilizzo delle offerte nazionali nei Paesi dell’Unione Europea senza sovrapprezzo sarà consentito nell’ambito di viaggi occasionali e nel rispetto dei parametri stabiliti dal Regolamento. “Dettagli su voda.it/euroaming o chiama il 42922”. In sostanza, tutti coloro che andranno in un paese straniero potranno accedere allo stesso prezzo del proprio pacchetto di chiamate, sms e giga, purché il paese sia membro dell’Unione Europea.

Come sempre, prima di recarvi in un altro paese, vi suggeriamo di verificare che non abbiate qualche promozione che si sovrapponga alla tariffa Roam like at home; inoltre, tenete presente che l’operatore rosso non include Svizzera, Turchia, Albania, Principato di Monaco e San Marino nei paesi in cui si può utilizzare il roaming senza sovrapprezzi.

Ci saranno tuttavia dei limiti: oltre ad un utilizzo “fair” del traffico della propria offerta e alla residenza in Italia che dev’essere dimostrata su richiesta, la presenza sul territorio nazionale dovrà essere prevalente rispetto a quella in Europa e soprattutto il traffico roaming effettuato dovrà essere inferiore al 50% del traffico incluso nell’offerta.

È quanto è stato stabilito dagli accordi internazionali tra i Paesi membri dell’UE che concederanno ai clienti degli operatori di utilizzare i loro pacchetti anche all’estero, senza dover spendere denaro aggiuntivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.