Zealandia, scoperto l’ottavo continente sommerso al 94% dall’acqua

L’area di circa 5 milioni di chilometri quadrati è un blocco continuo e separato di crosta terrestre e si trova nell’oeano Pacifico. La Nuova Zelanda è la sua terra emersa più importanteL’area di circa 5 milioni di chilometri quadrati è un blocco continuo e separato di crosta terrestre e si trova nell’oeano Pacifico. La Nuova Zelanda è la sua terra emersa più importante

E chi lo ha detto che i continenti sono sette? Potrebbe esserci la possibilità che i continenti siano in totale otto, almeno è questo quanto è emerso da uno studio pubblicato nell’ultimo numero della rivista GSA Today della Geological Society of America, secondo cui al di sotto della Nuova Zelanda che in realtà sarebbe il suo picco montuoso, esiste la Zealandia, ovvero una massa continentale di circa 5 milioni di chilometri quadrati pari a circa due terzi dell’Australia. Secondo di ricercatori, questo nuovo continente ovvero la Zealandia avrebbe un’ara di quasi 5 milioni di chilometri quadrati, corrispondente più o meno alla grandezza del subcontinente indiano, sommersa per il 94% che si trova intorno alla Nuova Zelanda, la sua terra emersa principale. Farebbero parte anche della Zealandiala Nuova Caledonia, le Isole Norfolk, l’Isola di Lord Howe, le scogliere di Elizabeth e Middleton nel sudovest dell’Oceano Pacifico. “La Zealandia mostra come nelle scienze naturale sia possibile trascurare i fenomeni più grandi e più ovvi” scrivono i ricercatori, coordinati da Nick Mortimer, geologo di Dunedin, in Nuova Zelanda. ‘Non è solo un nome da aggiungere alla lista dei continenti conosciuti” ha spiegato l’autore della ricerca alla Bbc, Nick Mortimer, aggiungendo che ”l’esplorazione delle terre sommerse ci aiuterà a comprendere meglio la coesione e la frammentazione della crosta continentale”.

Sembra che ad aver ipotizzato la presenza di questo ottavo continente, sia stato Bruce Luyendyk, il geofisico dell’Università della California, ed oggi questa ipotesi sembra essere stata confermata dai ricercatori che hanno condotto lo studio sopra citato e pubblicato sulla rivista GSA Today della Geological Society of America.Secondo quanto è emerso dallo studio, sebra che la Zealandia non sia una collezione di frammenti continentali in parte sommersi, ma un continente unitario di 4,9 milioni di chilometri quadrati. Finora i continenti noti (sei e non cinque come si ritiene comunemente) erano Eurasia, Africa, America del Nord e America del Sud, Oceania e Antartide. “Se gli oceani fossero asciutti la Zealandia sarebbe stata riconosciuta come un continente da tempo”, sostiene Mortimer. “Il valore scientifico della classificazione della Zealandia come continente è molto di più dell’aggiunta di un nome alla lista”, ha spiegato Mortimer alla Bbc.

“I l fatto che un continente possa essere anche sommerso eppure compatto è funzionale a indagare i processi di assottigliamento e rottura della crosta continentale”. Per una terra essere definita un continente deve possedere precisi criteri e nessuno di questi pone limiti riguardo la superficie emersa o sommersa, ovvero l’altezza rispetto all’area circostante, tratti geologici distintivi, un’area ben definita, una crosta più spessa rispetto a quella oceanica. Affinché la Zealandia possa esser considerata davvero un continente a sè e che la comunità scientifica adotti la scoperta dei ricercatori neozelandesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.