Bimbo di 7 anni tortuato dalla matrigna: «Bruciati i genitali con l’acido»

La nuova moglie di suo padre gli brucia i genitali con l’acido.

In queste condizioni un bambino di appena 7 anni è stato costretto ad andare a scuola, ma le maestre hanno notato che qualcosa in lui non andava e hanno chiamato il padre. La denuncia ha portato alla scoperta di una serie di abusi e violenze che il piccolo è stato costretto a subire dalla moglie del padre che lo torturava da mesi in modo orribile.

I fatti si sono svolti ad Habei, in Cina, dove il piccolo avrebbe subito ustioni con la candeggina e sarebbe stato legato al pene con un elastico in modo da non riuscire a fare la pipì. Come riporta il Sun, il bambino si era trasferito da poco nella casa con la donna e il papà, dopo aver vissuto a lungo con i nonni. La matrigna però non avrebbe gradito la sua presenza e per questo motivo ha iniziato a torturarlo e minacciarlo. Il bimbo è stato portato in ospedale dove gli sono state diagnosticate gravi lesioni ai genitali e allo stomaco, visto che la donna lo avrebbe anche costretto a bere acido.

Intanto le autorità stanno indagando sul caso, non solo sulla donna, ritenuta principale responsabile delle violenze, ma anche sul padre per sapere se fosse a conoscenza di quanto accadeva all’interno delle mura domestiche.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *