Segui Newsitaliane.it su Facebook

Bambino di 2 mesi abbandonato in un cimitero dalla madre, salvato dai residenti che lo sentono piangere


Un bambino di soli due mesi pare sia stato abbandonato dalla madre in un cimitero, ma è stato salvato incredibilmente soltanto grazie ad alcuni residenti colpiti da questo pianto straziante del piccolo. È questa la triste vicenda che è accaduta lo scorso 28 marzo nelle Filippine e più nello specifico a Quezon. Come abbiamo detto, Il Piccolo di soli due mesi era stato abbandonato in un cimitero e salvato soltanto grazie ad alcuni residenti che avevano sentito il pianto piuttosto straziante.

La Vicenda risale allo scorso 28 maggio e secondo le cronache locali il bambino sarebbe stato abbandonato in un cimitero e salvato soltanto grazie al suo pianto. Piangendo Infatti il neonato ha richiamato l’attenzione dei residenti della zona che piuttosto allarmati hanno allertato le forze dell’ordine E sono partite immediatamente la ricerche.

“Un residente ha trovato il bimbo dopo aver seguito il rumore del pianto ed è tornato di corsa a casa per cercare aiuto e radunare un gruppo di persone per andare a recuperarlo”, ha raccontato un testimone. “Hanno detto che il bimbo è stato lasciato lì durante la notte e che sarebbe potuto essere molto peggio, se nessuno lo avesse sentito piangere la mattina”, racconta un altro testimone. “Ci sono molti cani randagi e roditori nel cimitero, se fosse rimasto ferito non ci sarebbe stato nessuno ad aiutarlo, è solo grazie alla grazia di Dio che ora è al sicuro”.

Una volta trovato il piccolo è stato messo in un Tuk Tuk, utilizzato questo ultimo per raggiungere l’ospedale più vicino. Secondo i medici sembra che il piccolo avesse trascorso diverse ore da solo nel cimitero e quando è stato preso in carica dalle autorità locali, gli è stato dato anche un nome ovvero Louis. Dopo la diffusione della notizia la nonna si era fatta avanti dichiarando che la madre sarebbe Lara Sentillas che è stata arrestata subito dopo dalla polizia.

Privacy Policy