Segui Newsitaliane.it su Facebook

Fingono rapimento per addio al celibato. Sei amici dello sposo vengono denunciati


Erano particolarmente convinti del fatto che si trattasse di una goliardata senza avere alcuna conseguenza, eppure sei giovani sono stati denunciati. È alquanto Incredibile la storia che stiamo per raccontarvi che arriva direttamente da Perugia, dove sei ragazzi sono stati denunciati per procurato allarme dopo aver finto il sequestro di un amico il giorno del suo addio al celibato. Si sa è normale amministrazione organizzare una sorpresa al futuro sposo o alla futura sposa, perché si fa qualcosa di insolito e di veramente strano e sono sempre di più coloro che fingono un vero e proprio sequestro, ma soltanto a scopo goliardico.

Effettivamente i ragazzi erano convinti che si sarebbe trattato di uno scherzo molto divertente, invece si sono ritrovati in questura alle prese con un accusa di procurato allarme, rischiando tra l’altro anche un’altra cosa ancora più pesante quella di sequestro di persona. È finito così in malo modo un addio al celibato. Nella mattinata di sabato gli agenti di polizia di guardia nella questura del Capoluogo Umbro pare abbiano ricevuto una telefonata piuttosto sospetta, ovvero un cittadino aveva segnalato Che due uomini mascherati stavano rapendo un ragazzo per la strada costringendolo a salire su un furgone, dando anche precisa posizione ovvero via del Macello.

Fortunatamente non si trattava però di un rapimento vero e proprio, Ma come abbiamo detto, Si trattava di uno scherzo organizzato dagli amici dello sposo per un addio al celibato. Questo gioco però si è trasformato in un vero e proprio dramma Infatti questi finti rapinatori nonché amici dello sposo, sono stati fermati da due volanti della polizia i cui equipaggi hanno identificato tutti i partecipanti alla festa ovvero tutti i giovani di età media 30 anni e senza alcun precedente penale.

I ragazzi piuttosto stupiti avrebbero spiegato immediatamente agli agenti che si trattava di uno scherzo e che sicuramente non era loro intenzione sequestrare nessuno, figuriamoci il loro amico e futuro sposo. Gli agenti però non hanno voluto sapere nulla e per i ragazzi è scattata una denuncia per procurato allarme.

Privacy Policy