Segui Newsitaliane.it su Facebook

Giovane chiama il 118 ” Ho ingoiato 40 pasticche, morirò? “: salvato in extremis dai carabinieri


Un ragazzo laziale poco più di vent’anni ha rivolto ad un medico di Siena una domanda che davvero lo ha lasciato senza parole. “Dottore, ho preso 40 pasticche di antiepilettico. Fra quanto morirò?“E questa dunque la domanda incredibile che il ragazzo di poco più di vent’anni ha rivolto ad un medico del 118 di Siena perché molto probabilmente aveva intenzione di togliersi la vita, ingerendo un quantitativo piuttosto ingente di farmaci. Ovviamente nel momento in cui è arrivata questa telefonata piuttosto allarmante al 118 di Siena è scattata la segnalazione immediata alla centrale operativa dei Carabinieri di Siena che fortunatamente nel giro di Pochi istanti sono riusciti a geolocalizzare la chiamata del ragazzo e l’hanno collocata per Mugnano della sp46 nel comune di Monteroni d’Arbia.

Così grazie al pronto intervento del 118 e poi dalle forze dell’ordine si è riusciti a salvare la vita al ventenne. Così sul luogo in cui è stata intercettata la telefonata è stata inviata una pattuglia Ovviamente quella più vicino che pare si trovasse nella stazione di Rosia. Intervenuti i militari immediatamente hanno fermato il ragazzo che aveva fatto la telefonata e che fortunatamente era ancora cosciente e infatti è riuscito da se a spiegare Tutto ciò che era accaduto nei minuti precedenti.

I militari hanno anche cercato di farsi spiegare dal giovane l’origine del suo gesto e perché quindi aveva deciso di farla finita ingerendo quella quantità davvero incredibile di pasticche di antipiretico. Il giovane pare abbia spiegato che all’origine di questo gesto davvero così drammatico vi era una delusione sentimentale che lo aveva portato a prendere la decisione di togliersi la vita. Dalla stessa centrale dei Carabinieri che sono intervenuti è stata richiesta anche l’arrivo di una ambulanza del 118 che è arrivata sul posto ed ha accompagnato il giovane in ospedale e più nello specifico presso l’ospedale Le Scotte Dove è stato sottoposto ad una lavanda gastrica.

Nonostante le sue condizioni di salute non destano particolare preoccupazione i medici però non hanno ancora sciolto la prognosi e per questo motivo bisognerà attendere le prossime ore. Ciò che ancora resta un mistero e come mai i ragazzo che è originario del Lazio abbia scelto di togliersi la vita in Toscana. Anche su questo punto Bisognerà attendere le prossime ore per cercare di ricostruire al meglio la dinamica dei fatti. Ciò che importa è che il ragazzo Fortunatamente è stato salvato proprio grazie al pronto intervento dei medici del 118 di Siena.

Privacy Policy