Segui Newsitaliane.it su Facebook

Ha chiuso troppo violentemente la porta a vetri, poi la tragedia. Il ragazzino muore a 16 anni dissanguato


Una tragedia assurda. Per un gesto che ha ben poco di inconsueto e che capita a tutti di fare: sbattere una porta con un po’ più di forza, magari in un momento di rabbia o, semplicemente, per distrazione. Ma stavolta le conseguenze sono state impensabili e catastrofiche. E a causa del vetro di una porta che si è rotto un ragazzo di soli 16 anni ha perso la vita. Un giovane morto nella propria casa, per un motivo assurdo. Lui, 16 anni, è nato a Padova in una famiglia con origini camerunensi. Una famiglia completamente italiana: tutti i componenti avevano la cittadinanza del nostro Paese.

La tragedia è avvenuta quando il ragazzo ha chiuso una porta del suo appartamento, quella della cucina, che ha anche un vetro al centro. Ma la chiusura, probabilmente violenta, della porta, ha causato proprio la rottura di quel vetro. E da lì si è staccato un frammento, un semplice frammento che è caduto e si è conficcato nella coscia destra del ragazzo. Provocando ciò che nessuno si sarebbe potuto immaginare: la recisione dell’arteria femorale. Dalla coscia del ragazzo è iniziato a uscire un fiume di sangue. E a nulla è servito l’intervento d’urgenza del personale del 118. I soccorritori hanno subito trasportato il ragazzo di soli 16 anni all’ospedale di Padova, vicino a Vigonza, dove sono avvenuti i tragici fatti all’interno dell’appartamento. Per il ragazzo, però, non c’è stato nulla da fare neanche in ospedale: il giovane è morto a causa della perdita di sangue avuta dopo l’incidente e la recisione dell’arteria femorale.

L’incidente è avvenuto intorno all’una di questa notte, nella casa del ragazzo a via Enrico Medi. Il giovane era stato trasportato subito al pronto soccorso, nel giro di pochissimi minuti. Ma anche il decesso è arrivato in poche ore: la morte del ragazzo è stata dichiarata alle quattro di notte.

Privacy Policy