Segui Newsitaliane.it su Facebook

Modella nuota tra gli squali, poi uno la morde ad un braccio. Sfiorata tragedia


La protagonista della vicenda che vi stiamo per raccontare è una modella di Miami in vacanza alle Bahamas. Si chiama Katarina Zarutskie e pare sia una nota influencer di 19 ann,  la quale ha voluto fare qualcosa di molto rischioso e pare che ci sia riuscita, ed ha letteralmente rischiato la morte. La diciannovenne Katarina zarutskie voleva fare uno scatto perfetto ed unico al fianco degli squali, innocui ma soltanto all’apparenza, per poi poterlo pubblicare sul proprio account Instagram.

La giovane modella che si trovava in vacanza nelle acque cristalline di Staniel Cay si è immersa fra gli squali Purtroppo però qualcosa è andato storto. Stando a quanto riferito sembra proprio che la giovane ragazza sia stata spinta a fare un gesto del genere perché gli avevano detto che sarebbe stata un’esperienza indimenticabile.

Così vedendo gli squali vicino ad altre persone, si è tuffata e durante la sua nuotata alcuni degli squali si sono avvicinati a lei ed uno di questi gli avrebbe morso un braccio. La 19enne, ha deciso così di postare l’incredibile scatto sui social raccontando anche questo dramma vissuto circa un mese da alle Bahamas. La modella nonostante la ferita e la paura, ha avuto sangue molto freddo ed è riuscita ad uscire dall’acqua senza far avvicinare altri squali visto che le gocciolava del sangue dal braccio. “Mi misi sulla schiena e quello squalo arrivò, mi morse il braccio e mi tirò. Sono uscita dall’acqua senza subire ulteriori ferite, ma con il braccio sanguinante” ha raccontato Katarina.

La ragazza ha dichiarato che è stata molto fortunata visto che questi animali selvatici sono molto pericolosi ed anche incontrollabile. “Sono stata molto, molto fortunata. Sono animali selvatici ed è una situazione che non si può controllare. Ho avuto una grande lezione” ha detto la giovane. La stessa ha detto anche che questa per lei è stata una grande lezione visto le conseguenze potevano essere davvero catastrofiche. Daniel Hooker proprietario del porto dove è accaduto il fatto,  cioè a Staniel cay dove la ragazza si è tuffata, ha precisato che in zona ci sono anche dei cartelli dove avvertono i turisti sui possibili attacchi di squali. Ciò nonostante questi animali ad oggi sono considerati innocui ma occasionalmente mordono perché scambiano una mano o il corpo con del cibo.

Privacy Policy