Segui Newsitaliane.it su Facebook

Non poteva immaginare che quella nata come una serata di intimità, si sarebbe trasformata nel peggiore degli incubi. Le orribili ferite


Come parte di un gioco erotico in casa si era fatta legare al letto dalla sua migliore amica ma quello che lei credeva essere l’inizio di una serata in intimità si è trasformato improvvisamente in un incubo: è stata accoltellata per ben 17 volte fino a essere ridotta in fin di vita. È la terribile storia di una 25enne britannica, Sara Holden, che dopo mesi di ospedale ha potuto finalmente riprendersi e vedere la condanna della sua ormai ex amica, Shaunna Littlewood. “Ancora oggi vorrei capire perché lei che era mia amica d’infanzia mi abbia attaccata così brutalmente” ha spiegato la donna che dopo essersi risvegliata inospedale porta ancora i segni sul corpo di quella violenza, una lunga cicatrice su tutto l’addome oltre a sfregi permanenti al volto.

“Mi ha solo sussurrato scusa principessa” ha ricostruito Sara, poi l’amica l’ha colpita con un lungo coltello da cucina infliggendole ferite gravissime. “Non solo ha lacerato la nostra amicizia, ma mi ha anche letteralmente fatto a pezzi” ha ricordato la donna che ha subito un’emorragia interna e ha riportato la perforazione di un polmone. Solo per ricucirle il volto i medici le hanno dato più di 50 punti di sutura che le hanno lasciato uno sfregio permanente al viso. Le ferite subite nell’attacco  hanno anche lesionato le corde vocali così gravemente che non è più in grado di parlare correttamente. “Spero di poterla incontrare in prigione per chiederle perché mi ha pugnalato” ha spiegato la 25enne. Shaunna, che era stata già condannata per aver spaccato la testa a un’altra donna, dal suo canto ha spiegato di non avere memoria dell’attacco e che era sotto effetto di alcol.

Privacy Policy