Segui Newsitaliane.it su Facebook

Novel food, insetti nei menù in Italia interviene il Ministero: “Nessuna autorizzazione”


Sembra abbia fatto particolare scalpore il regolamento dell’Unione Europea sui novel Food secondo cui a partire dal primo gennaio 2018 gli insetti potevano essere riconosciuti come dei nuovi alimenti ma anche come prodotti tradizionali provenienti da altri paesi, aprendo di fatto la produzione e l’uso anche nel nostro paese. Tuttavia Sembra però che questa notizia abbia dato adito a parecchie polemiche e reazioni, tanto che l’8 gennaio scorso il Ministero  della Salute ha voluto fare un po’ di chiarezza inviando una nota al Ministero delle politiche agricole, agli assessorati alla sanità delle regioni e delle province e al comando dei Nas. Nella nota si legge quanto segue: “In Italia non è stata ammessa alcuna commercializzazione di insetti e pertanto la commercializzazione come alimento di un insetto o di un suo derivato potrà essere consentita solo quando sarà rilasciata a livello UE una specifica autorizzazione”.

Dunque, è proprio vero che in Italia al momento non è stata ammessa alcuna commercializzazione di insetti e che quindi qualsiasi altro derivato dovrà essere consentito mediante una specifica autorizzazione che deve essere richiesta alla commissione europea e deve seguire delle linee guida guidate dalle autorità Europea per la sicurezza alimentare.  L’autorità dovrà effettuare ovviamente delle indagini prima di rilasciare questa autorizzazione e questi accertamenti dovranno basarsi principalmente sulla sicurezza per le quantità di assunzioni proposte. Dunque, gli insetti potranno essere introdotti nel commercio italiano ma soltanto dopo che sia stata rilasciata questa autorizzazione. Potete stare, dunque, tranquilli perché non vedrete alcun insetto in vendita nei supermercati o nei negozi di generi alimentari.

Saranno ben felici gli italiani anche se secondo un’indagine della Coldiretti, i cui risultati sono stati pubblicati nel mese di ottobre del 2017, soltanto il 54% degli italiani si era dimostrato contrario. Di novel Food Si era parlato già nei mesi scorsi e si intende Più che altro prodotti nuovi che non hanno alcuna storia significativa di consumo alimentare nell’Unione Europea.  Per poter utilizzare questi prodotti che rientrano nella categoria dei novel Food come abbiamo visto è necessaria un’ autorizzazione dell’Unione Europea che possa accertarne la sicurezza anche in base alla quantità utilizzata del prodotto in questione. In realtà non ci sarebbe un vero motivo per cui dover preferire gli insetti a qualsiasi altro tipo di alimento visto che dal punto di vista nutrizionale questi non contengono nulla di più.

“La popolazione nel mondo è in crescita continua e le risorse sono limitate per questo dobbiamo iniziare a guardarci intorno e cercare cibi che abbiano dei requisiti che permettano di risparmiare energia, impattare di meno sull’ambiente e, allo stesso tempo, avere un alto valore nutrizionale confrontabile con quello della carne”, aveva spiegato poco tempo fa la professoressa Anna Maria Fausto, pro-rettrice ed entomologa dell’Università degli Studi della Tuscia.

Questo sito utilizza i cookies tecnici per migliorare la tua esperienza di navigazione e cookies di profilazione di terze parti. Per saperne di più o per disabilitare l'uso dei cookies leggi la nostra "Cookie Policy". Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando lo scroll o cliccando 'Accetto' darai il consenso all’uso di tutti i cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi