Segui Newsitaliane.it su Facebook

Orrore in Sardegna, cagnolino impiccato col suo stesso guinzaglio: Che ha fatto di male?


Un cucciolo di cane di appena due mesi è stato barbaramente impiccato a Nuoro, in Sardegna.  Come riporta L’Unione Sarda, a fare la macabra scoperta sono stati alcuni cittadini che hanno subito avvisato i volontari dell’associazione animalista Gli amici a 4 zampe di Orazio, i quali hanno contattato la polizia e sporto denuncia. La povera bestia è stata trovata appesa con il proprio guinzaglio ad un muro di cinta, tra i condomini di via Istria e via Gennargentu. Il cagnolino era stato trovato per strada. Pare che gli stessi membri dell’organizzazione si erano attivando per aiutarlo a trovare una casa. Poi il ritrovamento choc.

L’organizzazione no profit ha poi pubblicato un post di indignazione su Facebook, che ha suscitato il forte risentimento degli utenti. “È ora di dire basta a questi macabri giochi” è il commento delle animaliste, le stesse che lo scorso anno si erano occupate di Freccia, il cane da caccia trafitto a Nuoro da un arpione subacqueo modificato e sparato dalla carabina di un bracconiere. Ennesima barbarie su anime innocenti! Basta! Questo è quello che ci siamo trovate davanti stamattina”, ha scritto la responsabile dell’associazione Gli amici a 4 zampe di Orazio, mostrando la foto del cagnolino impiccato. “Cos’avrà mai fatto di male? – ha aggiunto – Come associazione abbiamo sporto denuncia immediatamente e, dopo verbali, rilievi e controlli al povero cucciolo, ci è stato concesso di poterlo seppellire. Ora provvederemo, siamo senza parole”.

Con il cucciolo era stata trovata a suo tempo anche la sua sorellina, che ora cerca casa. “Vi preghiamo di darci una mano. Diamo una possibilità alla piccola Lola, visto che il povero fratellino non ce l’ha avuta” questo l’appello dell’associazione.

Privacy Policy