Segui Newsitaliane.it su Facebook

Poliziotto a soli 24 anni muore sparandosi con una pistola di ordinanza mentre si trova a casa della fidanzata


Un vero dramma è quello avvenuto purtroppo ancora nel nostro paese  e più nello specifico a Trieste,  dove un ragazzo originario di Monopoli in provincia di Bari ieri pomeriggio si è tolto la vita con la pistola di ordinanza. La vittima si chiama Francesco Brescia ed era un ragazzo 24 anni, originario di Monopoli  in provincia di Bari, il quale era stato assegnato da appena 15 giorni presso il commissariato di Venezia e più nello specifico al commissariato San Marco. Da quanto emerso sembra che nel pomeriggio di giovedì il ragazzo si trovasse a Trieste a casa della sua fidanzata, quando per cause ancora da accertare, si è sparato con una pistola di ordinanza.

Purtroppo al momento non è facile sapere le motivazioni che hanno spinto il giovane ragazzo a farla finita. I colleghi di Venezia che però con lo conoscevano soltanto da pochi giorni ovvero da poco più di 2 settimane,  non hanno dato alcuna informazione al riguardo perché pare non siano proprio riusciti a dare nessuna risposta agli inquirenti, non avendo  notato nulla di anomalo.

Ciò che è certo è che il ragazzo nelle 24 ore prima di compiere questo triste e drammatico gesto, aveva regolarmente lavorato insieme agli altri colleghi E proprio giovedì si stava godendo un giorno di meritato riposo. Il ragazzo Come già detto era pugliese e più nello specifico di Monopoli, in provincia di Bari. Il suo sogno da sempre era stato quello di poter entrare in Polizia e adesso che c’era riuscito qualcosa forse lo tormentava così tanto Al punto da portarlo a compiere questo drammatico gesto.

In effetti ciò che non si riesce a capire è che cosa abbia potuto portare questo giovane ragazzo a togliersi la vita, proprio quando aveva coronato il suo sogno di entrare in Polizia. Sull’accaduto al momento stanno indagando i colleghi di Trieste e al momento non è stato ritrovato alcun biglietto di addio o qualsiasi altra traccia che possa riportare alle spiegazioni di questa triste gesto. Ovviamente non essendoci alcuna spiegazione plausibile, al momento tutte le ipotesi sono al vaglio e nessuna è da scartare, Anche se come già detto i colleghi Veneziani non hanno intuito nessuna sua sofferenza in queste due settimane di lavoro a stretto contatto. Sarà sentita sicuramente anche la sua fidanzata, per cercare di ricostruire in qualche modo questa vicenda che ha ancora dei margini di Mistero ma soprattutto per capire il motivo che ha spinto un 24enne a farla finita.

Privacy Policy