Pensioni ultime notizie: quota 100, stop adv e opzione donna

Mentre si attende ormai solo la pubblicazione del ‘decretone’ in Gazzetta Ufficiale, sui social e in tv si continua a discutere sui suoi contenuti. Per accedere alla pensione in anticipo rispetto ai 67 anni previsti dalla riforma Fornero si potrà optare, ad esempio, per l’ormai famosissima quota 100.

Pensioni anticipate: stop adv e proroga opzione donna

Ma non solo: infatti la misura denominata opzione donna è stata prorogata. Inoltre è stato confermato lo stop dell’aspettativa di vita per tutte le pensioni anticipate. Ecco le ultimissime news ad oggi.

Pensioni 2019, quota 100: ecco quando si potrà andare in quiescenza

Chi ha maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2018 potrà accedere alla pensione anticipata tramite quota 100 nella prima finestra disponibile che è quella del 1° aprile per i lavoratori privati e del 1° agosto per i dipendenti pubblici. Chi invece deve ancora maturare uno o entrambi i requisiti potrà andare in pensione 3 mesi dopo aver raggiunto quota 100 se privati e 6 mesi dopo se pubblici.

Pensioni quota 100: solo 1 finestra annuale per i lavoratori delle scuole e delle università

Discorso a parte per i lavoratori delle scuole e delle università. Per loro infatti non ci saranno le classiche finestre, ma potranno far domanda di pensionamento entro il 28 febbraio 2019 e potranno andare in pensione all’inizio dell’anno scolastico o accademico, quindi a settembre 2019.

Pensioni 2019, proroga opzione donna: i dettagli

La misura di uscita anticipata denominata opzione donna sarà valida anche quest’anno. Questa opzione di pensionamento permetterà alle donne di andare in pensione in anticipo. Potranno accedere alla pensione le donne che hanno maturato (entro il 31/12/2018) almeno 35 anni di contributi e abbiano compiuto almeno 58 anni d’età per le dipendenti (59 per le autonome). Anche per opzione donna bisognerà aspettare la finestra d’uscita per entrare in quiescenza. I tempi di attesa sono però più lunghi rispetto alla quota 100: 12 mesi per le lavoratrici dipendenti e 18 per le autonome.

Pensioni anticipate 2019: stop aspettativa di vita

Per le pensioni anticipate non ci sarà l’aumento dei 5 mesi previsto dal meccanismo legato all’aspettativa di vita. Anche nel 2019 si potrà andare in pensione (se uomini) con 42 anni + 10 mesi di contributi. Le donne invece potranno andare in quiescenza con 41 anni + 10 mesi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *