La gola della bimba è piena di bolle, dopo la morte i medici scoprono la verità. Fate attenzione

Briony Klingberg era una bambina di dieci anni. La sua storia ha fatto il giro del mondo. La sua tragedia è iniziata nel febbraio del 2015, a Adelaide Hills, in Australia. Lei, bambina sorridente e felice, sempre solare e che aveva tutto ci- che si poteva chiedere a quella età, ha visto frantumarsi i suoi sogni in pochi minuti. Quel giorno di febbraio 2015, senza alcun motivo, Briony ha iniziato a lamentarsi con mamma Bridget: sosteneva di avere difficoltà e dolore a deglutire. Bridget, da mamma, era molto preoccupata, visto che la figlia è sempre stata una bimba davvero golosa. Non aveva mai avuto alcun tipo di problema a mangiare e quello che stava vedendo le sembrava molto strano. Per questo motivo la signora Klingberg non ha perso tempo e ha capito che doveva portare la ragazzina immediatamente dal medico curante. Bridget in un’intervista al magazine ABC ha dichiarato: “Non beveva più il suo thé. Briony amava molto il suo cibo, quindi sapevamo che non stava bene!” Un medico dell’ospedale del posto ha diagnosticato alla piccola un’infezione. (

Il medico che ha visitato la piccola Briony le ha dato degli antibiotici per porre fine a questo virus. Inoltre, a mamma Bridget è stato chiesto di portarla alla visita il giorno successivo: la signora ha fatto quello che le avevano detto e quando ha portato sua figlia di nuovo dal dottore, l’uomo ha detto che il quadro clinico stava migliorando. Ma si è trattato di una falsa speranza perché, in realtà, le cose per Briony non andavano assolutamente meglio. Anzi, la situazione appariva ancora più grave rispetto a ventiquattro ore prima.

Per provare a porre rimedio alla difficile situazione, la famiglia Klingberg ha portato la piccola da un altro medico per poter avere un secondo parere da parte di un esperto. Quest’ultimo ha evidenziato che forse la piccola Briony aveva la febbre ghiandolare prescrivendole altri antibiotici. Poi, per togliersi ogni dubbio, le ha fatto fare un esame del sangue: i risultati non erano buoni e perciò ha invitato i genitori della piccola a portarla il più presto possibile in ospedale. Purtroppo, però, per il piccolo angelo di dieci anni era troppo tardi. Briony è crollata fuori dal pronto soccorso ed è morta il giorno successivo in terapia intensiva: la malattia l’ha portata via in solo una settimana. (

 

Ma qual è stata l’infezione che ha portato via Briony dai suoi cari? Secondo gli esami strumentali, la ragazzina è morta a causa di una diffusa necrosi da infezione da virus herpes simplex. Un medico legale, nel corso di un’udienza, ha dichiarato che le ulcere nella bocca di Briony erano inusuali. Il virus ha causato la chiusura degli organi nel corpo della piccola portandola alla morte prematura.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *