Uccisa insieme ai suoi quattro figli che avevano dai 4 anni ai 10 mesi. Una storia da brividi

Una donna – Mandri Munda il suo nome – è stata massacrata in India insieme ai suoi quattro figli, bambini di età compresa tra i quattro anni e i dieci mesi. A compiere il terribile massacro sarebbero stati sei uomini, convinti che quella madre fosse una strega e che avesse lanciato un maleficio nei loro confronti. I sei presunti responsabili del delitto sono stati arrestati dalla polizia in un villaggio di campagna dello stato dell’Odisha, nell’India orientale, pochi giorni dopo il massacro avvenuto il 24 gennaio scorso a casa della donna. Gli accusati avrebbero ucciso la donna e i suoi figli a colpi di vanga e poi i cinque corpi sarebbero stati gettati in un pozzo non lontano dall’abitazione. A denunciare l’assassinio, secondo quanto raccontato ai giornalisti dal Commissario di Polizia del distretto, è stato il marito della donna uccisa che tornando a casa ha trovato i segni della violenza avvenuta.

Cinque delle persone arrestate appartengono alla stessa famiglia, il sesto è lo “stregone” – Secondo quanto ricostruito dai media internazionali, cinque degli accusati appartengono alla stessa famiglia mentre il sesto sarebbe lo “stregone” al quale i cinque si erano rivolti per annullare l’effetto della magia nera che la donna, secondo loro, aveva lanciato nei loro confronti. Un maleficio che avrebbe portato una loro sorella di dodici anni prima ad ammalarsi e poi a morire. In India la credenza di stregoneria è ancora abbastanza diffusa soprattutto nelle aree rurali: secondo l’ultimo studio del National Crime Report, del 2016, sono state 134 le persone uccise nel Paese per il sospetto di esercitare la stregoneria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *