È accaduto durante l’ultima puntata di “Chi vuol essere milionario?” Gerry Scotti e lo sfogo davanti le telecamere

Loading...

Il volto maschile per eccellenza di Canale 5 è senza ombra di dubbio quello di Gerry Scotti. In forze a Mediaset dal lontano 1983, quando esordì per la prima volta su Italia 1 come conduttore, da allora non ha mai cambiato casacca, diventando un personaggio ecumenico e trasversale del piccolo schermo, nonostante la sua fedeltà ferrea a Cologno Monzese.

Una popolarità, quella di cui gode, che gli permette anche di rompere gli schemi, come nell’ultima puntata di “Chi vuole essere milionario?” di questa stagione, andata in onda il 1 febbraio su Canale 5, quando Scotti si è esibito in un vero e proprio saggio di aziendalismo puro, prendendosi la briga di rimproverare il pubblico da casa, violando una regola aurea della televisione, ovvero che i telespettatori hanno sempre ragione. Lo ha fatto in modo bonario e con il suo solito approccio disteso, ma convinto delle sue parole.

L’occasione è stata quella di un quesito a un concorrente su quale fosse stato l’oggetto mostrato dal presidente Mattarella in occasione dell’ultimo discorso di fine anno. Il concorrente si è servito dell’aiuto aggiunto in questa edizione rinnovata del programma, ovvero quello del conduttore, che prima di aiutarlo ha voluto fare una precisazione: “Nel darti la risposta mi voglio togliere un sassolino dalla scarpa. Da tanti anni ne voglio parlare, il discorso del Presidente della Repubblica, in questo caso Mattarella ma tutti i presidenti della Repubblica, vanno in onda a reti unificate, su Rai 1 e su Canale 5, anche sulle altre reti. Non so perché qualcuno dice che lo vuole vedere su Rai 1, come se su Canale 5 noi dessimo uno che ci somiglia e dice delle cose simili. Io lo riscontro. Allora io ti avviso che l’ho guardato su Canale 5, spero che abbia detto le stesse cose che ha detto su Rai 1″. Reazione divertita del pubblico, ma Scotti precisa di essere serio:

C’è poco da ridere perché poi se andate a guardare i dati d’ascolto è curioso, come se da una parte dicesse una cosa e dall’altra l’altra […] In alcuni casi possiamo fidarci serenamente anche di Canale 5, che rimane l’ultimo canale che non vi chiede una lira, anzi un euro per mostrarvi i suoi programmi

Loading...