“Non ce la faccio più, non posso più stare così”. Una terribile storia di povertà e sofferenza

“Non ce la faccio più, non posso più stare così”, è la disperata e straziante richiesta di aiuto di un senzatetto raccolta in strada da un passante per caso senza sapere che lo stesso uomo sarebbe stato trovato cadavere proprio in strada in un giaciglio di fortuna, letteralmente congelato dal freddo notturno. La terribile stria di povertà e sofferenza arriva da Birmingham, in Gran Bretagn,a dove il clochard, il 31enne Kane Walker, è stato trovato morto domenica scorsa nei pressi di un centro commerciale dove aveva allestito un piccolo rifugio che però non gli ha permesso di scampare al freddo gelido di questi giorni.

Una morte che alla luce di quel video, ora rilanciato dai media britannici, appare ancora più terribile. “Non vivo più così, non è la mia vita, ormai sono finito” diceva in lacrime il 31enne coprendosi solo con una coperta leggera, proseguendo:  Non posso farlo più. Non posso e non è giusto”. “Era un bravo ragazzo, lo conoscevamo da circa quattro anni, da quando abbiamo iniziato a occuparci lui , ci ha sempre portato un sorriso e non sarà dimenticato, speriamo che abbia trovato la pace ora” hanno dichiarato dall’associazione di volontariato a cui spesso si rivolgeva per avere sostegno, una organizzazione benefica per senzatetto di Birmingham.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *