Sanremo 2019, la gaffe di Virginia Raffaele: saluta il clan dei Casamonica dal palco

Una battuta sul clan romano dei Casamonica sul palco di Sanremo 2019 scatena le polemiche. La battuta – infelice – è stata della conduttrice Virginia Raffaele. Tutto è nato dal fatto che su Twitter molti utenti hanno paragonato, ad inizio serata, la giacca indossata da Claudio Bisio ad un abito “legato allo stile” della famiglia potente famiglia della malavita organizzata Romana Casamonica. Durante la prima serata del Festival Bisio ha parlato della battuta apparsa su Twitter (Dicono che “la mia costumista lavora con i Casamonica”): a questo punto Virginia Raffale ha salutato dal palco i Casamonica. Poco dopo, visibilmente imbarazzata, ha provato a fare dietrofront chiedendo scusa con il “soccorso” di Bisio: “Non preoccuparti, siamo registrati poi la tagliano”. Una gaffe che non è passata inosservata.

La battuta della conduttrice non è piaciuta agli spettatori: su Twitter in tanti commentano – negativamente – le sue parole: Genny scrive su Twitter “Virginia Raffaele che saluta in diretta mondiale i “Casamonica” Perchè Sanremo è Sanremo. Più duro il commento di Sara che scrive: “Salutiamo i Casamonica un caz..”. Stesso tono di un altro utente che sui social scrive: “Bello sintonizzarmi per 2 min su Sanremo e sentire la #VirginiaRaffaele che salutava i Casamonica.. che tristezza..”

Chi sono i Casamonica

I Casamonica sono un clan di sinti italiani egemone nei quartieri della periferia sud di Roma, tra Porta Furba e la Romanina. La loro tradizionale attività è il racket e l’usura a cui, con l’ascesa criminale, si è aggiunto il traffico di droga. Il clan degli ‘zingari’ per molti anni è stato considerato una criminalità organizzata di serie b, di “ruba galline”, ma le inchieste portate a termine nell’ultimo anno ne hanno mostrato la pericolosità, la capacità militare e la disponibilità economica. Elementi che, uniti al radicamento territoriale, ne hanno fatto uno dei poteri criminali di Roma. La famiglia dei Casamonica, spesso definito come “clan” è da anni al centro delle attenzioni delle forze dell’ordine e della Procura: solo poche settimane con un blitz che aveva pochi precedenti la polizia locale di Roma ha sgomberato otto ville abusive. Alcune di queste sono state abbattute scatenando l’ira degli occupanti. Il sindaco di Roma dichiarò in quella occasione: “Quella di oggi è una giornata storica per la città di Roma e per i romani”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *