Festival di Sanremo 2019: Ultimo polemico in conferenza stampa, Mahmood: “Io italiano al 100%”

Loading...

Polemica in sala stampa durante la conferenza stampa quando Ultimo, intervenuto ha fatto i complimenti a Mahmood chiamandolo “ragazzo” e non col suo nome, beccandosi i rimbrotti dei giornalisti: “Avete questa settimana per sentirti importanti e dovete rompere il cazzo. Tanto qualsiasi cosa io dico troverete qualcosa da ridire. La gente aveva molta aspettative su quello che avrei fatto, ma per me e per noi tutti la canzone è al centro di tutto. Il massimo che posso fare è quello che faccio sul palco” ha detto rispondendo e successivamente spiegando che era semplicemente amareggiato: “Io vi sembro incazzato? Sono sincero: non sono uno che, al contrario di altri, ha bisogno di crearsi un velo di finzione davanti; qui gli artisti vengono con un’idea ben precisa. Se io non riesco a raggiungerlo… Io non sono incazzato, semplicemente ce l’ho con me stesso, non ce l’ho con nessuno. Sono amareggiato. Io punto all’eccellente. Io non punto al buono”.

Ecco chi ha inventato il clap

Legittima l’amarezza per il ragazzo romano che era dato fin dall’inizio il favorito assoluto di questo 69° Festival di Sanremo, un po’ meno legittima l’accusa per una sala stampa che lo ha sostenuto completamente durante tutte e cinque le giornate. Mahmood ha detto: “La mia percezione di crescita a livello mediatico non ce l’ho mai, da quando ho vinto Sanremo Giovani. La settimana dopo ho lavorato a Soldi perché nei provini dovevi avere il secondo pronto, ma era ancora un provino fatto da me e Dardust, successivamente è entrato in gioco Charlie Charles perché ci serviva un po’ di modernità in più e infatti ho continuato a lavorare. Stavo anche chiudendo il disco che uscirà l’1 marzo. Il clap è di Dario Faini”.

Le influenze di Mahmood

Matteo Salvini su twitter spiega che avrebbe preferito Ultimo (“La canzone più bella”), ma Mahmood non risponde alle domande politiche “Le polemiche sui migranti? Sono italiano al 100%” dice il cantante. “Io sono fan della musica moderna, ascolti misti, dalla trap all’indie al cantautorato e internazionale, al rap, mi sono lasciato contaminare. Ho influenze miste, quando mi chiedono il genere dico Marocco pop: sono fan di tutto e di niente”.

Loading...