Sorprende il figlio 18enne a rubare in casa, lui la uccide tagliandole la gola: Mary aveva 53 anni

Ha sorpreso il figlio mentre cercava di rubare insieme ad un amico nella sua casa, così loro, per tutta risposta, prima l’hanno colpita con una mazza da baseball e poi le hanno tagliato la gola con un coltello da cucina. È morta così Mary Helen Dempsey, 53 anni, a San Antonio, in Texas, lo scorso lunedì 8 aprile. La polizia ha arrestato per l’omicidio Matthew Dempsey e Daniel Saucedo, entrambi 18enni, dopo la confessione fatta dai due nel corso dell’interrogatorio. Matthew, che non viveva più con la madre ma che aveva comunque una chiave per entrare nell’appartamento, aveva approfittato dell’assenza della donna per prendere degli oggetti sparsi per la casa.

Non si aspettavano che Mary rincasasse presto così, non appena ha acceso la luce, l’hanno colpita con una mazza da baseball. Dopo averla stordita, i due amici sono andati in cucina e hanno preso un coltello con il quale poi le hanno tagliato la gola. Hanno infine legato il suo corpo ad una sedia con del nastro adesivo, coprendolo con una coperta e lasciandola nella sua camera da letto. Matthew e Daniel hanno poi preso alcune banconote dal portafoglio della mamma, hanno caricato gli oggetti che avevano preso nella macchina della donna che era parcheggiata davanti l’ingresso dell’abitazione e sono fuggiti via. Il cadavere della vittima è stato scoperto solo il mattino seguente dalla sua primogenita, Jessica, che era stata a sua volta contattata da un collega della donna che si era preoccupato non vedendola arrivare al lavoro. Intanto, Matthew ha raccontato tutto alla sua fidanzata, incinta del loro primo bambino, con la quale convive: è stata proprio la ragazza a chiamare le forze dell’ordine, che hanno fermato il killer, costringendolo a confessare. Lui e il suo amico sono attualmente detenuti nella prigione della contea di Bexar con una cauzione fissata a 1 milione di dollari. Se condannati, potrebbero ricevere la pena di morte.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *