Infermiera si ferma vicino alla volante di un poliziotto appena sparato al volto e gli salva la vita

Quando Sherice Richardson, un’infermiera della Carolina del Nord, ha visto un’auto della polizia sul ciglio della strada, ha rallentato perchè non voleva una multa per eccesso di velocità. Successivamente ha notato dei fori da proiettile sul parabrezza dell’auto.

Richardson stava per andare a prendere suo figlio dall’asilo nido quando ha visto una volante della polizia fuori uso su una stradina di campagna vicino a Beauvue, nella Carolina del Nord. Vi era una fuoriuscita di fumo dalla parte anteriore dell’auto e dei fori da proiettile sul parabrezza.

“Usciva del fumo dall’auto ricoperta da fori da proiettile e io non potevo far finta di niente”, ha affermato Richardson in un post Facebook.

L’infermiera è corsa verso il veicolo e vi ha trovato l’agente Daniel Harrell con una maschera di sangue sul suo volto e sul collo. L’agente era cosciente quando ha detto a Richardson che era stato colpito.

Dal momento che altri conducenti si erano accostati per fornire aiuto, Richardson ha iniziato ad eseguire le manovre di primo soccorso sull’agente Harrell. Ha trovato della garza nella volante e ha detto a uno dei conducenti come fare pressione sulle ferite di Harrell.

Richardson ha chiamato il 911 e ha aspettato con l’agente fino all’arrivo dei paramedici. Ha fatto del suo meglio per dare conforto al poliziotto, chiedendo anche a Dio di tenerlo al sicuro.

Tutta la situazione era abbastanza famigliare per Richardson. La donna ha perso suo fratello a causa di un episodio di violenza e ricorda la visione del suo corpo senza vita che giaceva sul calcestruzzo. Non voleva che un’altra famiglia dovesse sopportare il dolore provato dai propri cari.

In un post di Facebook, Sherice Richardson ha alluso al fatto che non vedeva di buon occhio la polizia, che ma ciò non ha influito quando ha visto l’agente ferito. Crede che Dio l’abbia messa lì per una ragione.

Richardson ha anche detto di aver provato una strana sensazione mentre cercava lei di aiutare un poliziotto quando di norma sono loro a proteggerci. Ha detto agli intervistatori che pregava per una rapida ripresa dell’agente.

Secondo l’ABC 11, l’agente Daniel Harrell è stato dimesso dall’ospedale e adesso sta riposando a casa. È stato sparato sia in faccia e sia al collo, portando i dottori ad ammettere quanto fosse stato fortunato a sopravvivere.

La famiglia dell’agente Harrell e i suoi colleghi erano con lui quando ha lasciato l’ospedale. Si muoveva in sedia a rotelle ma è riuscito a stare in piedi per poco tempo prima che venisse aiutato a entrare in un veicolo in attesa. Harrell è con il corpo di polizia della contea di Wilson da 5 anni. Tre sospettati responsabili della sparatoria ai danni dell’agente Harrell sono stati tenuti sotto custodia.

Sembra che l’agente Harrell avesse preso da parte i sospetti per un controllo stradale di routine.

Essi hanno aperto il fuoco dopo che lui è ritornato al suo veicolo per annotare le loro generalità. Uno dei sospettati, John Jones, è stato accusato di tentato omicidio. È stata aperta una pagina GoFundMe per coloro che volessero aiutare l’agente Daniel Harrell con le spese mediche.

Pensi che Sherice Richardson sia un vero eroe americano? Scrivicelo nei commenti! Perchè non raccontare ai tuoi amici delle sue coraggiose azioni? Passa parola con loro per ispirarli oggi .

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *