METEO: ARRIVA IL CICLONE ARTICO Preparatevi, gli esperti non hanno dubbi. Ecco cosa ci attende

Cattive notizie per chi aveva progettato un weekend fuoriporta. Dopo la breve paura asciutta di questo venerdì, infatti, le previsioni meteo indicano un fine settimana decisamente dal sapore invernale per la Penisola. A causa dell’ormai cronica assenza di una struttura anticiclonica, infatti, l’Italia sarà bersagliata nelle prossime ore dall’ennesima perturbazione con relativo sbalzo termico che da nord farà ingresso sulla Penisola portando un nuovo carico di pioggia, freddo e anche neve in quota, come ormai ci stiamo abituando in questa primavera.

 

Questa volta la perturbazione arriva dalla Scandinavia, si tratterà di un vero e proprio ciclone artico carico di aria fredda destinato, a partire da sabato, a ribaltare in poche ore la situazione meteorologica. A partire dalle regioni settentrionali, infatti, sono attesi temporali, tempeste di grandine, nubifragi e venti freddissimi che domenica colpiranno infine anche il sud.

Per la giornata di venerdì dunque potremo godere delle ultime ore di tregua dal maltempo con condizioni meteo generalmente stabili e un deciso rialzo termico che porterà le temperature più in linea con la media stagionale. Sulla Penisola infatti sarà prevalente il sole anche se non mancheranno fenomeno di annuvolamento nel Nordest, sull’Appennino e nelle zone interne. In ogni caso si tratterà di una giornata molto asciutta con fenomeni di rovescio limitati a livello molto locale. Qualche temporale pomeridiano sarà possibile nelle Prealpi venete, sul Friuli e nelle zone interne del sud.

Situazione meteo decisamente diversa per sabato quando la nuova perturbazione raggiungerà progressivamente le regioni settentrionali portando un uovo carico di nubi. Già dal mattino il freddo pilotato dal vortice di bassa pressione si farà sentire sui rilievi alpini dove saranno possibili nevicate fino a 1500 metri. Dal pomeriggio le nubi interesseranno anche le zone pianeggianti della Lombardia, del Trentino, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, con le prime piogge che nel corso della serata raggiungeranno anche la Liguria e l’Emilia Romagna. I fenomeni temporaleschi più intensi sono attesi tra la sera e la notte quando la perturbazione avrà interessato anche il resto del Centro e il basso Tirreno con conseguente brusco calo termico. Nel resto del Paese la situazione sarà ancora stabile ma con la nuvolosità in deciso aumento, preludio a una domenica di pioggia e temporali ovunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *