Chiara Ferragni e Fedez, le polemiche arrivano fino in Polinesia

La vacanza al ‘The Brando’ il più lussuoso resort polinesiano sull’isola privata di The Brando, che i Ferragnez si sono concessi lo scorso aprile, in fondo, era giustificata: il soggiorno era stato previsto per agosto 2017 ma poi Chiara scoprì di essere incinta e il medico le sconsigliò di affrontare il viaggio.

Così la coppia dovette disdire la prenotazione, ma rimase in sospeso la caparra: ecco perché hanno poi deciso di partire, in modo da non perdere l’anticipo versato. Di fronte a questa motivazione, gli haters si sono scatenati: la coppia, che fattura oltre venti milioni l’anno, non può permettersi di rimettere qualche migliaio di euro? Moltissimi li hanno accusati di essere dei cattivi genitori perché sono partiti senza Leone (che, con i nonni, ha mosso i primi passi). Tornati a casa, i coniugi hanno trovato il bambino vivace e sorridente come al solito, deciso a dimostrare quanto fosse bravo a sgambettare.

Oltre a condividere le foto del piccolo, la Ferragni ha però postato un selfie fatto a Los Angeles a maggio 2016 in cui indossa una camiciola da ospedale: nel toccante post racconta quanto si sia sentita sola e impaurita quando, dopo una storia che le aveva spezzato il cuore, anche la salute la mise in crisi, perché le diagnosticarono una probabile infertilità. Stavolta è stata accolta da una marea di commenti positivi, affettuosi e solidali. «Quando si pensa che le vite degli altri siano migliori della propria – ha poi detto in una story – bisogna considerare che tutti hanno dei demoni con cui lottare: questo fa parte della vita e bisogna saperli affrontare al meglio».

Per combattere il cyberbullismo, l’imprenditrice ha aderito all’organizzazione no profit ‘Stomp Out Bullying’ e ha realizzato con Trudi la bambolina con le sue fattezze (già vista alle sue nozze) per raccogliere fondi destinati all’associazione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *