Salva un cane infetto dalla rabbia, il cucciolo la morde e lei muore a soli 24 anni

Una ragazza norvegese di 24 anni è morta lunedì scorso dopo aver contratto la rabbia canina. Il suo nome era Birgitte Kallestad e a Febbraio si era recata in vacanza nelle Filippine con gli amici. Quando nel corso del viaggio ha trovato un cucciolo di cane sul ciglio della strada non ha resistito. Come ha raccontato la sua famiglia, Brigitte era una grande amante degli animali così lo ha portato al resort dove alloggiava. Lo ha allevato, nutrito e ha giocato con lui insieme agli altri ospiti della struttura.

Come tutti i cuccioli, mentre giocavano il cane ha mordicchiato le mani di Brigitte. Un dettaglio su cui la ragazza ha riflettuto ben due mesi dopo quando per il medico non c’erano più dubbi. La diagnosi era questa: rabbia. La ragazza si è ammalata due mesi dopo essere tornata ed è morta otto giorni dopo il ricovero nell’ospedale dove lavorava come infermiera.

È la prima morte correlata alla rabbia in Norvegia da oltre 200 anni. Il governo non rende obbligatorie le vaccinazioni antirabbiche per i cittadini che si recano nelle Filippine, ma la famiglia Kallestad adesso ha chiesto di modificare la legge. La malattia uccide migliaia di persone ogni anno, soprattutto in Asia e in Africa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *