Bailey, 35 anni, morta di cancro: “Vivere è stato bello”. Il suo necrologio fa il giro del mondo

”35 anni potrebbero non sembrare lunghi ma dannazione è stato bello!“. Così comincia il necrologio di Bailey Jean Matheson che ha scritto scrupolosamente prima di morire di cancro questo mese a soli 35 anni. La storia è raccontata da Today.com.

Il tono ottimista della donna, la giovane età, i consigli e i messaggi ai suoi cari hanno oltrepassato i confini del Canada.

Non prendere le cose piccole così sul serio e vivi un po’“, ha scritto la donna in una lettera, accompagnata dalla sua foto sorridente.

Bailey ha ringraziato i suoi genitori per averle dato “il più grande dono“, sostenendo la sua decisione di non sottoporsi alla chemioterapia, lasciandole vivere il resto della sua vita come voleva.

So quanto possa essere stato difficile guardarmi interrompere il trattamento e lasciare che la natura faccia il suo corso. Vi amo ancora di più per questo “, ha scritto la donna, che era figlia unica.

La 35enne canadese ha anche espresso la sua profonda gratitudine ai suoi amici.

Bailey ha scritto: “Non voglio che sembri un normale necrologio noioso. Voglio che sia un messaggio per tutti quelli che ho amato“, ha raccontato a Today.com Julie Carrigan, che è stata amica della ragazza per un decennio.

La malattia è stata “come una strana benedizione sotto mentite spoglie, in un certo senso, perché la maggior parte della gente vive ogni giorno e dà per scontata la vita. E quando ti viene diagnosticata una cosa del genere non la si dà più per scontata. Devi solo fare tutto ciò che vuoi e dire tutto ciò che vuoi dire“, ha aggiunto Julie.

Bailey, originaria di Halifax (Nuova Scozia) era sana e attiva. Un giorno, però, ha cominciato a lamentarsi di forti dolori allo stomaco e lo ha detto al fidanzato Brent Andrews. La coppia si è conosciuta nell’autunno del 2016, tre mesi prima della diagnosi del cancro della ragazza. E, ricordando ciò, la canadese ha scritto sul necrologio: “Per il mio Brent … non avevi idea di cosa ti stavi prendendo proprio quel giorno…

I medici all’inizio hanno associato il mal di stomaco a problemi muscolari o alla schiena ma quando nel gennaio 2017 Bailey ha percepito la presenza di un nodulo sul lato sinistro dell’addome, un’ecografia e una biopsia hanno rivelato un raro cancro che colpisce il tessuto muscolare liscio: il leiomiosarcoma.

La causa esatta di questo tumore è sconosciuto e la donna ha scritto: “È stato come vincere una brutta lotteria“.

I medici avevano la speranza di rimuovere il tumore dopo un giro di radiazioni ma il trattamento ha fallito e l’intervento chirurgico era stato ritenuto troppo rischoso. A Bailey sono stati dati due anni di vita. La chemioterapia era un’opzione ma non le avrebbe molto probabilmente salvato la vita così la donna, temendo gli effetti collaterali, ha scelto di rifiutarla.

Era preoccupata che in quei due anni – se fosse stata sottoposta alla chemioterapia – la qualità della sua vita non sarebbe stata molto buona e così ha deciso di fare un sacco di cose“, ha detto Andrews.

La canadese ha viaggiato in 13 paesi, tra cui Stati Uniti, Irlanda, Inghilterra, Norvegia, Croazia, Montenegro, St. Lucia, Messico, Francia, Marocco, Grecia, Portogallo e Spagna. Ha avuto modo di vedere dal vivo i Coldplay, la sua band preferita, per due volte.

Bailey è morta il 5 aprile. Sul suo ragazzo ha scritto: “Non avrei potuto chiedere ad un uomo migliore di essere al mio fianco per tutte le avventure, gli appuntamenti, le risate, le grida e i problemi“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *