“Ci sono cose semplici che mi mancano tanto, come baciare i miei bambini” La 51enne affronta un calvario doloroso, ma la sua forza è un esempio per tutti

Nonostante tutto ciò che le è capitata negli ultimi 12 anni, Debbie Caquias vuole restare forte per la sua famiglia. Sta combattendo tre forme di tumore che l’hanno lasciata gravemente sfigurata. La 51enne, che vive a New York ma è originaria di Birmingham, viene fissata per strada quando va a fare shopping con le figlie Gabby, 12 anni e Kenzie, 10 anni, ma grazie al loro sostegno e a quello del marito Sam, riesce ad andare avanti.  “Dopo che mi sono stati diagnosticati tre cancri separati, i miei medici hanno detto che sono incredibilmente sfortunata, mi sento come una bomba a orologeria che aspetta solo il mio prossimo ballo con diavolo. Ci sono cose semplici che mi mancano tanto: sorridere, parlare, ridere e baciare i miei bambini (anche se mi baciano spesso) ” ammette a Metro.co.uk.

A Debbie è stato diagnosticato un cancro alla lingua nel 2007 e ha dovuto fare sette settimane di chemioterapia e radioterapia. Le bruciava la bocca e la gola rendendo impossibile anche solo mangiare normalmente. Nel 2015 ha avuto un intervento di chirurgia ricostruttiva ma la mascella si è disintegrata e l’occhio sinistro è rimasto paralizzato. Ha anche sofferto di tumori non correlati nelle sue ossa e nei suoi linfonodi. “Imparare ad essere osservata è stato difficile, ma mio marito e i miei figli sono i miei sostenitori principali. Le mie ragazze, anche se giovani, sono incredibili, aiutano a pulire le mie ferite, non mi fanno stare giù, il loro intero mantra è ‘non ancora Moma’ e spesso parliamo di ‘quando moma potrà mangiare, avremo, ect ect…’” racconta.

L’unica speranza che Debbie ha è mettere insieme $ 150.000 (133mila euro) per un’immunoterapia in una clinica specialistica, ma non può permettersela. “Mi rifiuto di rinunciare alla speranza e penso che, se riuscirò a trovare la persona giusta, potremo risolvere il problema” ha detto la 51enne. La sua famiglia e i suoi amici hanno lanciato un team di raccolta fondi (Debbie’s Defenders) e hanno già raccolto $ 16.000. Sua sorella Jayne Yarrington, che vive a Tamworth, nelle West Midlands, ha detto: “Merita questa [immunoterapia], ma non abbiamo i soldi per pagarla”. Il team spera anche di contribuire a coprire molte delle spese che accompagnano l’estremo livello di assistenza di cui Debbie ha bisogno. Suo marito Sam ha esaurito tutte le sue ferie annuali e sta cercando di non prendere giorni non retribuiti nel tentativo di mantenere un po’ di normalità per i bambini. “È dura per lui perché è l’unico salariato e deve cercare di mantenere tutto normale e andare al lavoro” aggiunge la sorella.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *