Si sono conosciuti, innamorati e sposati in soli 18 mesi, ma la grande gioia ha dovuto fare i conti con il dolore. Una tragedia straziante per il giovane marito

Quando ha incontrato quella ragazza per la prima volta ha capito subito che poteva essere la donna della sua vita: se ne è innamorato quasi subito, ci si è fidanzato e pensava di creare un famiglia con lei ma mai si sarebbe aspettato che di lì a poco l’avrebbe sposata ma avrebbe dovuto assistere anche alla sua morte e seppellirla.

È la straziante storia d’amore tra  Tim Isterling e Primrose, due giovani britannici che in appena 18 mesi si sono conosciuti, innamorati ma hanno dovuto affrontare anche la terribile malattia di lei che infine l’ha portata alla morte. I due si sono conosciuti nella primavera del 2016 durante una serata ma appena tre mesi dopo Primrose ha iniziato a sentirsi male e soffrire di dolori acuti allo stomaco.

Inizialmente i medici non hanno capito di cosa si trattasse ma dopo una inutile operazione è arrivata la  terribile diagnosi di cancro. La coppia gallese, originaria del Denbighshire, ha scoperto con orrore che lei aveva solo pochi mesi di vita. A quel punto, senza pensarci troppo, i due ragazzi hanno deciso di sfruttare al massimo il tempo che avevano a disposizione per fare le cose che avrebbero voluto fare nell’arco della loro vita tra cui sposarsi. Sono convolati a nozze un anno dopo essersi incontrati per la prima volta, nel maggio 2017, nel villaggio natale di Primrose e insieme hanno affrontato la malattia non rinunciando a vacanze e viaggi.

Nonostante le cure, la ragazza è deceduta nel dicembre dello stesso anno. “Prim sapeva che, a prescindere dalla sua malattia, voleva vivere la sua vita al massimo” ha raccontato Tim ai giornali locali, aggiungendo: “È riuscita a completare tutte le cose che aveva messo in lista, vivendo in modo positivo fino all’ultimo, io sapevo che sarebbe andata via ma sapevo anche che avrei dovuto sposarla e ricordarla per sempre come mia moglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *