Roberto muore a 34 anni, lascia compagna in gravidanza

Nuova tragedia della strada la scorsa serata in Sicilia. La vittima è Roberto Muscia, 34enne di San Michele di Ganzaria, nel Catanese: l’uomo è morto sul colpo in seguito a un terribile incidente stradale tra la sua Peugeot Bianca e altre autovetture. La tragedia è avvenuta poco prima delle ore 19 di lunedì  sulla strada statale 117 bis che collega Piazza Armerina a Gela, precisamente al bivio Camemi.

Nonostante i soccorsi, per il giovane 34enne non c’è stato nulla da fare. L’uomo lascia una compagna che è in stato di gravidanza e che è stata colta da un malore dopo essersi recata sul posto a seguito dello schianto. Fortunatamente le sue condizioni non sarebbero gravi.

Ferite e trasportate in ospedale anche altre tre persone che viaggiavano a bordo di altre autovetture e di una moto che sono state coinvolte nell’incidente stradale. Dalle prime analisi sembra che la Peugeot Bianca abbia perso aderenza con il manto stradale a causa della pioggia che si stava riversando in quella fatidica ora, finendo nella corsia di marcia opposta dove ha tamponato altre auto. Oltre ai soccorsi medici del 118, sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e la polizia stradale di Enna per i rilievi del caso. Per consentire i soccorsi e poi i rilievi, la strada che da Piazza Armerina va verso Gela è stata chiusa al traffico tra lo svincolo di Contrada Camemi e lo svincolo di San Cono per diverso tempo. Le cause della tragedia sono ancora al vaglio della polizia stradale. Dolore e incredulità quando nella sua comunità si è diffusa la notizia della morte del trentaquattrenne. Molti i messaggi di cordoglio affidati ai social che ricordano Roberto Muscia come un “gigante buono”, ben voluto da tutti e cittadino attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *