Il marito non si dà pace: “É come se l’avessi uccisa io” Un dolore straziante

Joanne Leach era una donna di 46 anni, veniva da Anglesey e qualche mese fa aveva programmato una vacanza in Turchia in compagnia della famiglia. E’ proprio per tornare in forma, così da essere pronta per la prova costume alle porte, che aveva acquistato una cyclette da usare in casa, inconsapevole del fatto che sarebbe stata la sua fine. Un giorno stava guardando la tv mentre si allenava ma, una volta terminato il tutto, ha cominciato ad avere le vertigini e in pochi minuti ha perso coscienza.

Il marito Justin, di 47 anni, inizialmente è rimasto sconvolto, poi ha provato disperatamente a rianimarla senza avere successo. Ha così chiamato un’ambulanza ma anche in ospedale non c’è stato nulla da fare: anche se in un primo momento sembrava che stesse tornando vigile, Joanne non ce l’ha fatta, aveva un’enorme emorragia cerebrale contro la quale non si poteva intervenire. In pochi minuti ha perso la vita, lasciando tutti senza parole, visto che fino a quel momento non aveva mai avuto alcun problema di salute, era sempre stata dinamica e in splendida forma.

Usava la cyclette ogni giorno, l’avevo comprata per lei, oggi l’ho buttata via. Mi sento in colpa, è come se l’avessi uccisa io“, ha spiegato Justin. I due si erano conosciuti a scuola quando avevano solo 13 anni, si sono innamorati fin dal primo momento e da allora non si sono mai più lasciati. Hanno avuto 3 figli ed erano felicissimi  l’uno accanto all’altra, tanto che non perdevano occasione per organizzare delle dolci vacanze di famiglia. Oggi, Justin si sente straziato ma, nonostante ciò, si dovrà fare forza: anche se non ha più la moglie dovrà continuare a prendersi cura dei figli.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *