Il defecatore seriale dei licei fa causa alla polizia: “La foto segnaletica mi ha rovinato la vita”

Il defecatore è un 42enne che lavorava fino a poco tempo fa come sovrintendente scolastico: il giudice vuole essere inflessibile

Quando scappa, scappa! Non stiamo parlando di Julia Roberts nella parte della sposa che fuggiva a ogni matrimonio, ma del bisogno più impellente e maleodorante del nostro organismo. Thomas Tramaglini, americano dalle chiari origini italiane, è già stato ribattezzato “Il defecatore seriale delle scuole”. Non è certo un soprannome di cui andare fieri, anche se l’uomo se lo è meritato tutto.

Tramaglini non è una persona qualsiasi, ma l’ex sovrintendente scolastico di diversi istituti del New Jersey. Le accuse sono molto gravi e oltre a questo pesante fardello, va aggiunto il fatto della spiegazione della sua “allergia” alle toilette. L’uomo si è infatti specializzato nel lasciare i propri escrementi nei licei dello stato. Come se non bastasse, le sue dichiarazioni in merito sono state incredibili.

Fino alla scorsa estate lavorava ancora, svolgendo la sua professione prestigiosa e temuta. Nel luglio del 2018, però, è stato costretto a dimettersi per il vizietto che non riesce proprio a togliersi. Secondo quanto riferito dalla polizia del posto, sembra che voglia vendicarsi dell’intero sistema scolastico statale con un ricordino non proprio gradevole. L’ultima città colpita è quella di Holmdel.

La località è davvero piccola, ci sono 16mila abitanti e si conoscono un po’ tutti, dunque una bravata del genere non poteva essere tenuta segreta. Le autorità sono risalite subito al 42enne che non ha opposto resistenza e che è finito in commissariato per le formalità di rito. Proprio una di queste formalità lo hanno spinto a parlare, peggiorando la sua situazione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *