Autobus pieno di studenti in fiamme: ecco cosa ha fatto l’autista

Strage sfiorata nella mattinata di oggi, martedì 21 maggio, in provincia di Rovigo, dove un incendio è scoppiato a bordo di un autobus carico di studenti per cause che sono ancora in via di accertamento. Si trattava di una corriera di ragazzi che stava passando intorno alle 7.30 in via Scavazza a Giacciano con Baruchella, vicino al centro commerciale “Il Faro”. Ad accorgersi per primo del rogo, che si sarebbe sviluppato nella parte anteriore del mezzo di Busitalia, è stato il conducente, che con calma ha fatto scendere i giovani, che erano diretti a scuola, prima che le fiamme distruggessero completamente la vettura rendendola un ammasso di lamiere, e ha iniziato le prime operazioni di spegnimento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con due squadre per portare sotto controllo la situazione. Al momento non si segnala nessun ferito: è giunto sul posto anche il personale del Suem, che non ha dovuto portare nessuno al pronto soccorso. Indagini sono in corso per scoprire la causa dell’incendio.

Quello di Rovigo è uno degli ultimi casi. A Roma, poche settimane fa, un forte boato nel pieno centro della città aveva subito fatto scattare i livelli di sicurezza nella zona nevralgica. Una denso fumo nero si è diffuso nella zona circostante, visibile da lunga distanza. I Vigili del Fuoco sono entrati in azione per spegnere l’incendio. La strada è stata bloccata, sul posto Polizia e Carabinieri. Non appena resosi conto delle prime fiamme, l’autista ha fatto scendere i passeggeri che erano a bordo e poco dopo c’è stata l’esplosione.

La paura è stata tanta soprattutto per quei “forti boati” probabilmente causati dall’esplosione dei pneumatici pressurizzati. Sul posto tre squadre dei vigili del fuoco che hanno spento le fiamme. Il fuoco aveva invaso anche un negozio. Una densa colonna di fumo si è alzata in cielo ed è visibile da ogni parte di Roma. Le autorità avevano avvisato tutti i residenti della zona di chiudere le finestre per i fumi tossici sprigionatisi nell’incendio.

Da una prima ricostruzione, l’autobus della linea 63 diretto verso largo Chigi aveva improvvisamente preso fuoco forse per un guasto al motore o più probabilmente una perdita d’olio dalla parte posteriore. Le fiamme avevano subito avvolto parte del mezzo pubblico e poi si erano estese al resto del bus distruggendolo completamente.

Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *