Bimbo ucciso dal padre, non solo botte: “Piedi ustionati con l’accendino”

Emergono nuovi e agghiaccianti dettagli sulla morte di Mehmed, il bambino di 2 anni e 5 mesi ucciso in casa, a Milano, dal padre, Aliza Hrustic, 25enne nato a Firenze ma di origine croata. Il pm Giovanna Cavalleri, che ha in mano tutte le annotazioni dei poliziotti della quarta sezione della Squadra mobile che hanno arrestato il 25enne mercoledì pomeriggio, ha chiesto la convalida del fermo di Hrustic e il gip, Valerio Natale, deciderà sulla misura cautelare in carcere nelle prossime ore.

Per ora nei capi d’imputazione c’è soltanto l’omicidio con le aggravanti. L’accusa di maltrattamento potrebbe arrivare con i risultati dell’autopsia sul corpo del piccolo per stabilire come è stato ucciso Mehmed e da quanto tempo subiva violenza in quella casa occupata al civico 22 di via Ricciarelli, in zona San Siro.

Agli inquirenti Aliza Hrustic, che si trova nel carcere di San Vittore, ha raccontato di non riuscire a dormire per il pianto del figlio. “Il bambino si lamentava, io non riuscivo a dormire (erano circa le 3, ndr), mi sono alzato e l’ho picchiato, l’ho visto che non respirava più, non credevo che l’avrei ucciso”, ha detto il 25enne. Ma si indaga anche su passate aggressioni, perché, si legge sul Corriere della Sera, i lividi sul corpo martoriato di quel bambino raccontano un calvario che andava avanti da tempo.

“Lo picchiava a mani nude – ha detto la moglie di Aliza, Silvjia Zahirovic, 23 anni – ed era già successo; quando mio marito fumava droga andava fuori di testa”. E poi quei piedini fasciati da bende bianche che hanno visto i poliziotti quando hanno trovato il cadavere del bimbo. Sotto quelle fasciature c’erano bruciature che non sembrano accidentali, ma sarebbero state provocate da una fiamma. Potrebbe trattarsi di un accendino, riporta ancora il Corriere.

Durante la sua testimonianza, la mamma di Mehmed ha attribuito anche questo al marito. Hrustic, a cui è stato quindi contestato anche quest’altro feroce maltrattamento durante l’interrogatorio, ha provato a dare una spiegazione alternativa a quelle ustioni sui piedini del figlio, ma è sembrata poco plausibile. La madre di Mehmed, che tra l’altro è incinta del quinto figlio di Aliza, ha detto di essere stata anche lei vittima di pesanti aggressioni da parte del marito. Non l’ha mai denunciato.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *