Obbligata a vivere in gabbia e a mangiare le ceneri della madre da questi individui

Un marito e una moglie sono stati accusati di aver abusato di una giovane donna autistica e di averla costretta a dormire in una gabbia all’aperto. È successo in Lousiana e ora i due sono stati dichiarati colpevoli di vari crimini federali. Ma chi sono questi due mostri capaci di arrivare a tanto? Si chiamano Terry Knope II, 46 anni, e Raylaine Knope, 43 anni. Entrambi si sono dichiarati colpevoli. Terry si è anche dichiarato colpevole di reati di odio. Pare che l’uomo abbia anche sparato alla donna autistica a causa della sua disabilità. Una storia da pelle d’oca.
La condanna, come ha fatto sapere il giudice distrettuale Carl Barbier, ci sarà il 22 agosto prossimo. Entrambi rischiano fino a 28 anni di carcere. In una parrocchia rurale di Tangipahoa la vittima è stata identificata come una 22enne parente di Raylaine Knope. La povera ragazza è stata sottoposta a un’infinità di orrori.

Secondo quanto si legge nei documenti, la vittima è stata più volte picchiata, bruciata con un accendino, buttata nel secchio dei rifiuti organici e costretta a mangiare le ceneri della sua defunta madre. Non solo violenze fisiche, anche violenze psicologiche: i Knopes usavano parole orribili contro la vittima e la minacciavano di tenerla senza acqua e senza cibo qualora si fosse rifiutata di fare le faccende domestiche. Non abbiamo davvero parole.

E pensare che quella ragazza avrebbe avuto bisogno di aiuto. Avrebbe avuto bisogno di qualcuno che le stesse accanto con amore incondizionato. E invece ha subito gli abusi più orrendi. Ma la povera ragazza è stata anche obbligata a rapporti sessuali con vari uomini amici dei Knope che andavano a far visita a casa loro. Nauseante, davvero. Oltre alle accuse derivanti dall’abuso della vittima, Terry Knope II si è dichiarato colpevole di aver mentito riguardo una vicenda spinosa. Quale? In casa sua alcuni suoi conoscenti stavano realizzando metanfetamina. Per concludere la donna ha detto che il marito è colpevole di aver rubato alla vittima la pensione di invalidità della Social security. Cosa altro si può aggiungere?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *