Madre avvelena i figli di 13 e 14 anni: i ragazzi muoiono

Ha ucciso i suoi figli di 13 e 14 anni avvelenandoli. E ora questa madre dovrà presentarsi in tribunale con tre capi d’accusa a seguito della morte dei suoi figli avvenuta a Shiregreen, a Sheffield, lo scorso venerdì 24 maggio 2019. La polizia del South Yorkshire in precedenza aveva detto che un uomo di 37 anni e una donna di 34 anni erano stati arrestati con l’accusa di omicidio. L’uomo, anche lui accusato di aver ucciso i due ragazzi, comparirà in tribunale davanti al giudice. La storia è agghiacciante: due fratelli di 13 e 14 anni sono morti per avvelenamento, mentre gli altri figli della coppia, di 7 mesi, 3, 10 e 11 anni, sono stati portati in ospedale in gravi condizioni. I due adolescenti sono morti, si pensa per avvelenamento.
Secondo quanto riferisce il Mirror, i due ragazzi avrebbero inviato un messaggio a un loro amico da una consolle Nintendo Switch dicendo che non sarebbero andati a scuola perché si sentivano male. Succedeva alle 7 del mattino, più o meno.

“Oggi non verremo a scuola perché ci sentiamo male” secondo quando ha fatto sapere un vicino di casa, i ragazzi avrebbero scritto queste parole al loro amico. Per motivi legali i due ragazzi non possono essere menzionati. “Chiunque scelga di nominarli potrebbe essere accusato di oltraggio alla corte” ha detto un portavoce. I fratelli degli adolescenti morti che erano stati portati in ospedale, sono finalmente tornati a casa.

I rapporti hanno ipotizzato che siano stati avvelenati, ma i detective finora non hanno dato alcuna indicazione sulla natura dell’incidente. Un portavoce ha detto che i detective non stanno cercando nessun altro in relazione all’incidente. Il giorno della tragedia i vicini di casa hanno riferito di aver visto numerose auto della polizia e 4 ambulanze fuori casa, nei pressi dell’Accademia Primaria di Hartley Brook.

Dozzine di tributi floreali sono stati lasciati fuori dalla casa della famiglia. Gli amichetti dei ragazzini, distrutti per quanto accaduto, non fanno che andare a lasciare omaggi fuori della loro casa. Nel frattempo, per aiutare i bambini sopravvissuti, è stata lanciata una campagna di raccolta fondi online.

Loading...

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *