Spedisce lettera al papà ‘in paradiso’ per il compleanno. E gli arriva risposta..

Una lettera. Il modo più semplice e forse il più bello per comunicare quando qualcuno che amiamo è lontano da noi. La penna che scivola sul foglio, la riga tracciata che profuma di vissuto molto più di qualsiasi bit o emoticon sparata alla velocità della luce nell’etere. È attraverso una lettera che il piccolo Jase Hundman ha cercato il contatto con il padre, scomparso quattro anni fa. Una lettera per dirgli che gli vuole ancora bene. Una missivacon scritti gli auguri per il suo compleanno. A raccontare la storia è la mamma di Jese, Teri Copland, una donna scozzese che, dopo la morte del marito, è rimasta solo a crescere i bambini.

“Poche settimane fa mio figlio di 7 anni ha mandato questa lettera a suo padre, in paradiso. Oggi ha ricevuto questa bellissima risposta dal postino. Non trovo le parole per esprimere quanto si sia emozionato nello scoprire che il papà aveva ricevuto la lettera”. Una lettera semplice, senza indirizzo, ma si poteva leggere: “Signor postino, può portare questa lettera in paradiso, per il compleanno di mio papà. Grazie”. La Royal Mail ha risposto al bambino con una missiva intestata dalla società postale della Regina.

Sean Milligan, assistent manager dell’ufficio consegne, ha firmato la carta intestata scrivendo: “Caro Jase, mentre consegnavamo la tua posta ci siamo resi conto di alcuni motivi di preoccupazione. Quindi ho voluto cogliere questa opportunità per contattarti e per comunicarti che abbiamo consegnato con successo la tua lettera. Evitare le stelle e altri oggetti galattici lungo la strada per il Paradiso è stata una sfida difficile. In ogni caso puoi stare certo che questa lettera particolarmente importante è stata consegnata”. 

Poi riprende: “ La priorità della Royal Mail è quella di consegnare la posta dei suoi clienti in modo sicuro. So quanto sia importante  per te. Continuerò a fare tutto il possibile per assicurare che le consegne in Paradiso avvengano con successo.”Adesso il piccolo Jase, dice la mamma, “vuole fare il postino perché la Royal Mail ha viaggiato in molti posti pericolosi per consegnare la lettera”. (Continua dopo la foto)

Una storia, quella di Jase, che vale la pena raccontare. Che ci racconta quanto possa essere grande l’amore di un figlio verso il padre. Un amore che vince lo spazio, la paura, la gravità e la morte.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *