Cosa accade ad un corpo quando viene cremato? Tutto quello che c’è da sapere.

Oggi la cremazione è molto più diffusa a differenza di qualche anno fa, ma quanto si sa su questo argomento?
Sebbene venga utilizzata molto di più, non sono molte le informazioni al riguardo ed è per questo che chiariremo qualche dubbio su ciò che accade ad un corpo quando viene cremato.

Il processo di cremazione

La preparazione del corpo

Per preparare un corpo alla cremazione, è necessario rimuovere tutti gli oggetti metallici come pacemaker, otturazioni, viti, ecc. Poiché questi non possono essere bruciati.
Inoltre vengono rimossi tutti gli eventuali impianti di valore che il corpo ha, in modo che non vengano danneggiati o distrutti dal calore del fuoco.

Il corpo entra “nell’inferno”

Quando un corpo viene cremato all’interno della camera si raggiungono temperature di 750 ºC e 1000 ºC.
Le camere sono rivestite di mattoni industriali in grado di resistere a queste temperature.
Bisogna seguire una procedura durante la cremazione, per esempio può entrare un solo corpo alla volta, perché è proibito cremarne due nello stesso momento.

Non c’è alcuna possibilità di ottenere che due corpi vengano cremati simultaneamente perché è illegale. Una sola volta si è fatta un’eccezione quando una madre perse la vita insieme al figlio durante il parto ed entrambi furono cremati insieme per volere dei parenti.

Il corpo viene introdotto nella camera all’interno di una bara.
La porta viene aperta solo per introdurre il corpo e quindi si evita di perdere il minimo calore.
I primi crematori erano alimentati a carbone, ma oggi si possono usare gas naturali, propano e diesel.

Fiamme e calore estremo fanno il loro lavoro

Quando la bara arriva attraverso dei binari all’interno del crematorio, viene esposta al fuoco.
Le prime cose che bruciano in un corpo sono la pelle e i capelli, poi i muscoli, che si contorcono, i tessuti molli e le ossa.

In caso il corpo non venga bruciato completamente, il tecnico addetto alla cremazione deve schiacciare i resti parzialmente cremati.
L’intero processo di cremazione dura circa 2 o 3 ore, a seconda delle dimensioni e del peso del corpo, della dimensione della bara e della temperatura della camera di cremazione.

Le ceneri possono raffreddarsi

Quando il corpo è ridotta solo a frammenti di ossa e ceneri, viene lasciato raffreddare e poi raccolto in un vassoio magnetizzato per rimuovere tutte le porzione di metallo della bara o eventuali viti chirurgiche, dentali, protesi.

Tutto deve essere cenere

Infine si arriva al momento della polverizzazione dove i frammenti di ossa secche vengono ulteriormente trasformati in sabbia fine di consistenza omogenea.

Miti e verità sul processo di cremazione

“Questo non è mio figlio.”

Prima di iniziare il processo di cremazione, si preparano tutti i documenti necessari affinché tutto sia in ordine e non ci siano confusioni.
Il più importante è il certificato di morte e il permesso del medico legale, poiché qualsiasi tipo di test sul corpo, sarà impossibile una volta trasformato in cenere.

In molti Paesi del mondo prima di cremare un corpo, bisogna attendere tra le 24 e le 48 ore per accertare e confermare le cause della morte.

“Il funerale non si è svolto”

I crematori permettono ai cari di vedere il corpo del defunto all’interno della bara prima di essere cremato, anche se alla fine non viene sepolto.

“Alcuni parenti devono assistere al processo di cremazione”

Di solito i membri della famiglia sono sempre testimoni del processo di cremazione. In alcuni sono loro stessi che premono il pulsante per avviare il processo.
Tutti i documenti che vengono eseguiti sono duplicati in modo che non si verifichi alcun errore.

“La maggior parte delle chiese ha un crematorio”

Le camere di cremazione richiedono una grande potenza ed è necessario si che eseguano stretti controlli sulla qualità e sulle emissioni di rifiuti. Di solito queste camere si trovano nelle strutture di pompe funebri, nei cimiteri o nelle cappelle.

“È necessaria una bara speciale?”

Le bare usate per la cremazione devono essere costruite con materiali infiammabili come legno o bambù e per nessun motivo dovrebbero portare ornamenti di metallo. Molte persone affittano bare per i servizi funebri e alla fine bruciano il defunto in una bara più semplice.

“Evitare di respirare vicino ai forni crematori poiché l’aria è contaminata”

Le camere di cremazione seguono uno stretto controllo per eliminare i residui gassosi prodotti durante il processo di cremazione.
Quindi non rappresentano nessun pericolo di contaminazione o inquinamento.

“Cosa fare con le ceneri? ”

È una decisione che spetta alla famiglia ed ogni Paese ha le sue restrizioni, in particolare quelli in cui i parenti vogliono diffondere le ceneri.

Cosa ne pensate? Meglio la cremazione o la sepoltura?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *