Roma, il toro e la mucca si accoppiano in mezzo al traffico

La Roma bucolica appare in tutta la sua spontaneità nei video pubblicati sui social. Come è successo a Tor Carbone, nella zona sud della Capitale, dove un toro è stato immortalato da un automobilista mentre si accoppiava con una mucca (e la scena ripresa da Ferdinando Mezzelani e rilanciata da Dagospia). Un gesto naturale, è vero, ma pericoloso perché avvenuto lungo una strada con alta densità di traffico. Gli animali sono stati interrotti soltanto dal suono dei clacson degli automobilisti fermi lungo la carreggiata. Un video che ha scatenato l’ilarità della rete. «Finisce tutto in vacca…», dice qualcuno.

«Quando la natura chiama iI toro risponde», «Da via Tiburtina a via Taurina è un attimo», «Con la primavera dovevamo aspettarci il risveglio degli ormoni…evviva l’amore». Ma c’è anche l’esperto: «Questa è la rituale monta simulata fra le vacche all’interno del branco, da non confondersi con la monta del toro. Quest’ultimo ha un paio di attributi come una campana, si accerta preliminarmente della disponibilità dell’obbiettivo», spiega.

Insomma, più che una vacca, una bufala secondo lui. Qualche altro lettore guarda oltre la semplice notizia e scrive: «Mi piacerebbe sapere che ci facevano il toro e la mucca in mezzo al traffico…». Quale che sia la verità, un’attrazione tra le tante della città che entra di diritto tra quelle sconosciute ma di sicuro effetto. Fra i posti particolari da visitare a Roma troviamo anche la colonia di gatti più grande di della città.

Si trova a Largo Argentina dove nel 1927 vennero scoperte le rovine storiche presenti in questa pizza. Qui potrai trascorrere una giornata divertente ad ammirare il sito archeologica che è composto dai resti di quattro templi risalenti al 300-400 aC. L’area oggi è un sito archeologico che comprende l’antico teatro di Pompeo dove Giulio Cesare fu assassinato nel 44 aC. Ma al di la dell’importanza storica di questo luogo quello che attira di più è la colonia di gatti che dal 1993 ne ospita oltre 150.

La colonia come la porta magica nel bel mezzo di Piazza Vittorio e protetta da due statue del dio egizio Bes si trova una porta alquanto misteriosa. Ad alimentare il mistero anche un messaggio in codice che nessuno ha ancora svelato. La porta magica o Porta alchemica di Roma faceva parte di una villa della quale oggi non è rimasto più nulla e si dice che il marchese Palombara riuscisse, attraverso questa porta, a trasformare i metalli in oro. Uno dei luoghi magici e più misteriosi di Roma.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *