Tagliano la coda ad uno squalo e lo ributtano in mare ridendo: ora rischiano una condanna esemplare

Quanta crudeltà si può infierire su un essere umano? E quanta sugli animali indifesi? Certo, nel caso della incredibile storia che stiamo per raccontarvi l’animale in questione è un possente squalo della Groenlandia, rimasto vittima di un gesto di folle cattiveria inferta da due insospettabili pescatori islandesi.

La loro azione sconsiderata, frutto di un momento di sfogo irrazionale, era inizialmente trapelata sui loro social, ma poi prontamente cancellata. Ma non prima che qualcuno la salvasse e ri-condividesse…

N.B: Nel nostro articolo NON troverete immagini violente.

Questi due giovani pescatori islandesi avevano catturato un esemplare di Somniosus microcephalus, ovvero uno squalo della Groenlandia; issato a bordo per puro divertimento gli è stata successivamente tagliata la pinna caudale, rigettandolo poi in mare tramortito. Il video (che contiene immagini NON adatte ai più sensibili) da loro pubblicato su Facebook ma poi eliminato prontamente augurava al povero squalo degli oceani un ironico quanto beffardo “Buona fortuna col nuoto!”

Inutile aggiungere che il video è stato però prontamente ripubblicato, permettendo alle autorità competenti e al proprietario del peschereccio di licenziare in tronco i due giovani pescatori; ora i due pescatori rischiano la condanna penale. La notizia è stata riportata in un comunicato ufficiale dall’Icelandic National Broadcasting Service (RUV) ed ha subito fatto il giro del mondo e del popolo dei social.

Lo squalo della Groenlandia è un esemplare rarissimo innocuo all’uomo, cibandosi soltanto di pesci; secondo la ricerca scientifica più attuale questa razza marina è il mammifero più longevo sul pianeta Terra, riuscendo a vivere per circa 400 anni.

Un vero e proprio record della Natura per lo squalo della Groenlandia, una razza purtroppo già in progressiva via di estinzione anche a causa delle malefatte dell’essere umano.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *