Abusata da chi doveva proteggerla, la ragazzina subiva cose orribili dallo zio. Una vicenda davvero torbida, ecco cosa emerge

Da Lamezia Terme (Catanzaro) arriva un altro caso di violenze su una minorenne. Violenze consumate tra le mura di casa, da uno zio che avrebbe abusato della nipotina. A finire in manette è un uomo di trentasei anni che è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme con l’accusa di violenza sessuale ai danni della nipote. La vittima è una ragazzina che ancora non ha compiuto quattordici anni. Secondo l’accusa, il trentaseienne avrebbe approfittato della difficile situazione familiare della nipote a causa della quale la ragazzina era solita trascorrere molto tempo in compagnia del parente. Uno zio che evidentemente in famiglia consideravano una persona cara e di fiducia. Ma che invece avrebbe abusato della nipote.

La ragazzina abusata spesso scoppiava a piangere improvvisamente – Secondo la ricostruzione dei carabinieri, a causa di quanto stava avvenendo la ragazza spesso scoppiava a piangere improvvisamente e apparentemente senza motivo. Una storia che è andata avanti fino a quanto la giovane ha finalmente trovato il coraggio di reagire e raccontare tutto ai propri genitori. Dalla denuncia sono scattate le indagini.

L’appello dei Carabinieri alle ragazze vittime di violenza: “Abbiate coraggio” – A conclusione della vicenda l’Arma dei Carabinieri ha voluto anche lanciare un appello a tutte quelle ragazze che dovessero trovarsi in situazioni simili alla giovane di Lamezia Terme: “Abbiate coraggio, superate le barriere del timore, della vergogna, dei pregiudizi e denunciate. Possiamo aiutarvi”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *