Rapinata da malviventi mentre era in casa con i bambini. Attimi di terrore per l’influencer

Rapinata in casa da malviventi armati che hanno sottratto effetti personali e altri oggetti di valore economico. E’ successo ad Alice Campello, la moglie di Alvaro Morata, attaccante dell’Atletico Madrid e della nazionale spagnola. La donna, al momento dell’irruzione, si trovava nell’appartamento assieme ai due figli [Alessandro e Leonardo] ma per fortuna sia lei sia i piccoli stanno bene e, a parte un grande spavento, stanno bene.

La ricostruzione della rapina subita da Alice Campello

A dare notizia dell’accaduto è stato il quotidiano sportivo iberico, As, che ha raccontato nel dettaglio il brutto episodio di cronaca nera. Effettuata la denuncia, sono scattate le indagini da parte della polizia che hanno raccolto la testimonianza della donna così da poter mettere assieme tutti i dettagli del blitz.

Quando è avvenuto il colpo e come è successo

In base alla ricostruzione dei fatti raccolta dai media, il fatto è successo nella giornata di venerdì. L’attaccante delle Furie Rosse non era in casa perché aveva risposto alla convocazione della nazionale in occasione della sfida contro le Isole Far Oer [match vinto per 4-1]. Nell’abitazione c’erano la consorte, la modella veneziana sposata qualche anno fa, e i due gemelli della coppia.

L’irruzione dei ladri nello chalet Mirasierra

E’ stato in quel momento che, sicuri di poter agire indisturbati, i ladri hanno fatto irruzione nell’abitazione della famiglia Morata, lo chalet di Mirasierra [è un quartiere di Madrid, appartenente al distretto di Fuencarral-El Pardo, situato a nord della città]. E’ avvenuto tutto nel giro di poco tempo, abbastanza per fare razzia e sottrarre oggetti di valore economico importante oltre che affettivo. Nonostante la grande paura, Alice Campello e i piccoli non hanno riportato lesioni. Il calciatore, del tutto ignaro di quanto stava accadendo, è stato avvertito solo dopo l’intervento delle forze dell’ordine e quando la situazione era tornata alla normalità.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *